Il "diario" pittorico del faentino Martino Neri nella personale "Bigi"

È allestita fino al 30 settembre nella vetrina di Bottega Matteotti, a Bagnacavallo, la mostra Bigi, personale dell’artista faentino Martino Neri.

La ricerca pittorica di Neri è intesa come una sorta di “diario per immagini”, dove un racconto quotidiano viene descritto con una serie di rappresentazioni visive che rispondono a una loro logica linguistica. I dipinti sono come dei frames, dei fotogrammi, dei fermo immagine visivi che attraverso la pittura cercano di rappresentare le sensazioni che l’animale umano prova nel suo vivere.

Martino Neri nasce a Faenza nel 1986 e matura presto una spiccata sensibilità verso l’espressione pittorica. Nel 2008 consegue il diploma presso l’Istituto d’Arte Ballardini di Faenza e inizia a frequentare gli ambienti artistici locali. Prosegue il suo percorso di formazione presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze, dove si diploma in pittura con tesi in Fenomenologia delle arti contemporanee. Nel 2018 consegue il diploma specialistico di secondo livello in Arti visive e nuovi linguaggi espressivi sempre presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Bottega Matteotti è in via Matteotti 26 a Bagnacavallo.

Bigi fa parte di Bottega Matteotti: Arte in vetrina, spazio espositivo permanente curato da Andrea Tampieri, artista e insegnante di discipline artistiche di Bagnacavallo. Le mostre sono organizzate da associazione culturale Controsenso in collaborazione con Bottega Matteotti, con il patrocinio del Comune di Bagnacavallo.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Si celebra il centenario di Giulio Ruffini con la mostra "L’epica popolare e l’inganno della modernità"

    • Gratis
    • dal 18 febbraio al 2 maggio 2021
    • Museo Civico delle Cappuccine

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • La Festa della Donna si celebra con una primula

    • 8 marzo 2021
    • Centro Commerciale Le Cicogne
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento