rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Eventi

Il gospel fa ballare Ravenna: al via la quarta edizione di Christmas Soul

Col concerto mercoledì 28 dicembre della formazione Goodwind & The Spiritual Gang inizia la quarta edizione di Christmas Soul, la rassegna di musica gospel che arricchisce le feste natalizie di Ravenna. Quattro concerti all’insegna della black music più spirituale, che dal 28 dicembre al 1 gennaio tra Piazza del Popolo e Teatro Alighieri vedono come protagonisti gruppi in arrivo da Italia, Francia e Stati Uniti per esplorare gli aspetti più profondi della tradizione musicale cristiana del popolo afroamericano.

Sempre con spettacoli capaci di coinvolgere in modo trasversale ogni genere di pubblico, ma evitando tuttavia i facili stereotipi che accompagnano spesso le manifestazioni gospel in Italia. Per i concerti pomeridiani in Piazza del Popolo si è così privilegiato un approccio al genere di sensibilità europea, mentre per i concerti di fine e inizio anno ci si affida a due corali statunitensi caratterizzate da freschezza stilistica e un’ampia commistione di varie influenze musicali.

La rassegna è organizzata da Comune di Ravenna, Spiagge Soul e Fondazione Ravenna Manifestazioni e propone solo concerti gratuiti, ospitati in Piazza del Popolo alle 18 e alle 23, nel caso del concerto del 31 dicembre per accogliere in musica l’anno nuovo, cui si aggiunge l’evento del primo dell’anno al Teatro Alighieri, alle 11.30, che è gratuito ma a numero limitato (i biglietti sono andati esauriti, ma restano 50 posti prenotabili da oggi in biglietteria o su https://www.teatroalighieri.org).

Goodwind & The Spiritual Gang

Ad aprire Christmas Soul, mercoledì 28 dicembre alle 18 in Piazza del Popolo, è la formazione italiana Goodwind & The Spiritual Gang, che propone un’esplorazione musicale tra i canti spiritual, il gospel tradizionale e le Christmas song più conosciute, seguita giovedì 29, sempre alle 18, dai francesi Gospel Soul Celebration, un quintetto guidato da Joel Rhinö che spazia fra tradizione e modernità con uno stile vocale multiforme che consente un viaggio nel cuore del gospel, con influenze che arrivano però anche da Africa e Caraibi. Il saluto al 2022 nella notte del 31 dicembre (a partire dalle 23) è invece affidato a Brent Jones & T.P. Mobb, gruppo che arriva per la prima volta in tour in Italia dopo aver scalato le classifiche grazie ai successi composti dal maestro Brent Jones, produttore, musicista e maestro di coro che vanta numerose nomination ai Grammy e agli Stellar Awards. Il primo concerto del 2023 al Teatro Alighieri (alle 11.30) è affidato invece a Nate Martin & S.I.G.N. (che significa Singing In God’s Name), fondati nel 2016 nella culla della musica gospel, la città di Chicago, e per la prima volta in tour in Europa. Una formazione giovane, meno devota ai canoni del gospel romantico e più incline a una spiritualità moderna che si manifesta con ritmi e ballate ricche di groove.

Il programma completo

Mercoledì 28 dicembre, Piazza del Popolo ore 18:00 GOODWIND & THE SPIRITUAL GANG (ITA)

Un profondo viaggio musicale fra Spiritual, Gospel & Christmas song. L’esplosivo quintetto cattura il pubblico per la grande capacità di interpretazione e l’intensa miscela vocale. È guidato da Chiara Luppi, Stevie Biondi e Luca Bright (tre fra le più note voci nel panorama pop-soul italiano) e orchestrato dagli arrangiamenti del Maestro Michele Bonivento all’organo Hammond e da Carmine Bloisi alla batteria. Chiara Luppi è una “Cant-a-ttrice” di origine italo-armena. La voce è dolce e potente, ha studiato canto, piano, teatro esibendosi con artisti come Larry Ray (The Temptations), Ronny Jones, James Thompson, Vincent Williams, Mario Biondi, Alberto Fortis, Alan Sorrenti, Umberto Tozzi, Alexia, Dr. Feelx (Chiambretti Night). È voce di sigle televisive e tantissimi spot nazionali. Stevie Biondi cresce in una famiglia di musicisti: la nonna cantava in teatro e per la EIAR (la futura RAI), il padre Giuseppe, in arte Stefano Biondi, era un cantautore molto noto in Sicilia e il fratello Mario Biondi è un cantante, autore, arrangiatore e produttore di fama internazionale con cui collabora stabilmente. Luca Bright, nato a Recife (Brasile) è un vocalist dal timbro vocale ricco di sfumature che riportano alla memoria la grande tradizione soul. Supportato da una profonda conoscenza tecnica e da un temperamento esplosivo Bright si sta facendo apprezzare nel panorama musicale europeo. Michele Bonivento, produttore e tastierista, ha al suo attivo oltre 70 album e una ventennale esperienza live con artisti prestigiosi come Dana Gillespie, Jan Harrington, Cheryl Porter, Joyce Yuille, Ronnie Jones, Vincent Williams, Carl Verheyen, Ian Siegal, Louisiana Red, Tino Gonzales. Carmine Bloisi è fra i più solidi batteristi Italiani, ha suonato con i grandi maestri del Blues come Robben Ford, John Mayall, Peter Green, Brian Auger, Rudy Rotta e molti altri.

Giovedì 29 dicembre, Piazza del Popolo ore 18:00 GOSPEL SOUL CELEBRATION (FRA)

Un viaggio nel cuore del gospel lungo le rive del Mississippi, attraverso i Caraibi e l’Africa. Guidato da Joël Rhino, grande amante della polifonia vocale, questo quintetto gospel con quattro cantanti e un pianista è l’alleanza di esperienza e gioventù, tradizione e modernità servita in un cocktail vocale abbagliante. Il gruppo è guidato da Joel Rhinö, un artista rinomato sia come direttore d’orchestra che come cantante e produttore di arrangiamenti vocali e musicali. Il repertorio include grandi canzoni in stili tradizionali e composizioni contemporanee, insieme a classici del gospel con arrangiamenti originali. La formazione è impeccabile: la voce contralto di Magdala Desruisseaux, con un timbro chiaro e potente che abbaglia il pubblico, l’abile solista Jessica Ressot, un giovane soprano con grande esperienza nei cori gospel parigini, e Marie Nicole Leborgne, contralto esperto che seduce il pubblico con il suo carisma e unicità vocale.

Sabato 31 dicembre, Piazza del Popolo ore 23:00 BRENT JONES & T.P. MOBB (USA)

Produttore, musicista e maestro di coro che vanta numerose nominations ai Grammy e agli Stellar Awards, cantante e autore di straordinario talento. Con il suo gruppo urbano Brent Jones & T.P. Mobb ha posto le basi per Kirk Franklin e il gospel contemporaneo. Il nuovo album dell’artista JDI Brent Jones “Nothing Else Matters” è l’attesissimo seguito di “Open Your Mouth and Say Something”, che è stato in cima alle classifiche di Billboard per oltre 54 settimane, ottenendo ampi consensi dalla critica e numerose nomination ai premi, tra cui il Dove Award 2019 e lo Stellar Award 2019. Originario della California, Jones ha avuto l’opportunità di produrre diversi progetti, dirigere molti cori di talento e assistere centinaia di pubblici, creandosi il proprio spazio nell’industria della musica gospel USA con il suo gruppo, il T.P. (Lode totale) Mobb. Conosciuti per le loro influenze hip-hop e per i loro ritmi elettrizzanti, i T.P. Mobb sono stati in grado di ispirare non solo i giovani alla ricerca di un’espressione cristiana unica, ma anche persone di tutte le età che amano la buona musica con un messaggio eccitante ed edificante. Per anni, Jones e il T.P. Mobb hanno girato il mondo e registrato successi popolari come “Midnight”, con Coko Clemons del trio R&B canoro SWV, e “Goodtime”, il groove da capogiro presente in WOW Gospel 2000. Con apparizioni in importanti programmi TV di rete come The Tonight Show e dopo aver vari tours sia negli USA che a livello internazionale, inclusi vari paesi europei e africani, Jones ha sviluppato un seguito multiculturale in tutto il mondo. Le sue esperienze gli hanno permesso di diventare Direttore Musicale presso il multiculturale Valencia Christian Center, a Valencia, in California, e in seguito è diventato il direttore artistico del KJLH Radio Free Choir nell’autunno del 2014. Nel 2020 Brent Jones ha ricevuto la certificazione Gold & Platinum dalla Recording Industry Association of America® (RIAA) - per certificare oltre un milione di album venduti di “Awaken My Love”, la sua acclamata collaborazione con la superstar Childish Gambino. Sempre nel 2020 è presente nel film campione d’incassi della DreamWorks “Trolls World Tour” (con Justin Timberlake, Anna Kendrick e Mary J. Blige). Per la prima volta in Tour in Italia con il suo T.P. Mobb, si presenta in formazione a 10 elementi con sezione ritmica.

Domenica 1 gennaio, Teatro Alighieri ore 11:30 NATE MARTIN & SIGN (USA)

Toni robusti, sound rinvigorito, ritmi sonori più marcatamente Gospel Soul made in USA sono gli elementi che compongono l’intera personalità di Nate Martin & S.I.G.N. (Singing In God’s Name) fondati nel 2016 nella culla della musica gospel, Chicago. Nate Martin & S.I.G.N. si sono fatti rapidamente amare nella città di Chicago per la loro giovinezza, l’energia e la passione per Dio. Martin ha pochi eguali nelle escursioni e nei timbri vocali, e questa è la sua nuova veste sonora, meno devota ai canoni del gospel romantico e più incline alla spiritualità moderna, che si manifesta con ritmi e ballate ricche di groove, innalzando il livello emotivo con enfasi e con l’intento di trasportare il pubblico in ogni canzone. Tradizione e modernità vanno a braccetto come nei migliori episodi e in questa dimensione, tra i contributi ritmici e del gruppo vocale, si insedia uno dei più corposi live set gospel a cui si possa assistere. Nel 2020 Nate Martin & S.I.G.N. ha ricevuto un Eddy Award per “Album dell’anno” e nel 2021 un Gospel Music Choice Award per “Gruppo dell’anno”. Il gruppo ha viaggiato in tutti gli Stati Uniti diffondendo il Vangelo attraverso le canzoni. Per la prima volta in Europa, questa formazione si presenta con un insieme di musica religiosa tra Spirituals neri tradizionali e sonorità moderne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il gospel fa ballare Ravenna: al via la quarta edizione di Christmas Soul

RavennaToday è in caricamento