menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Museo del Sale di Cervia riapre con la mostra sulla città antica

L’assessore Zavatta: "Finalmente riapriamo il nostro museo sperando che il prossimo week end rappresenti un punto di partenza e di normalizzazione per la cultura cervese e per la città tutta"

Il Museo del Sale di Cervia riapre i battenti offrendo ai suoi visitatori la mostra “Cervia Ritrovata: La scoperta della città antica e del suo territorio”. Si tratta di un percorso che illustra, fra immagini e racconto, l’indagine archeologica nell’area di Cervia vecchia, in mezzo alle saline, nei mesi di settembre e ottobre 2020. In particolare, una serie di pannelli narra le attività di scavo realizzate nell’area delle saline che ospitò, fino al 1698, l’antica città del sale, prima del suo trasferimento verso il mare.

Le immagini, scatti del Gruppo Fotografico MUSA (gruppo di fotografi nato all’interno del museo), guidano l’occhio del visitatore alla scoperta dell’attento lavoro di indagine e di scavi nell’area dove sorgeva l’antica città, mentre il racconto degli archeologi offre una panoramica sulle attività svolte portandole a conoscenza del pubblico. Il percorso è iniziato nel 2019 e vede la collaborazione dell’Università di Bologna-Dipartimento Storia, Culture e Civiltà, della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forli-Cesena e Rimini; del Comune di Cervia, del Gruppo Culturale Civiltà Salinara e MUSA. (Concessione di scavo DGABAP n.1116)

Il Musa sarà aperto al pubblico su prenotazione il sabato e la domenica, dalle 15.00 alle 19.00. Inoltre tutti i sabati fino al 30 maggio su prenotazione si potrà visitare la mostra in compagnia degli archeologi che hanno lavorato sul campo. Gli esperti illustreranno ai visitatori l’affascinante percorso di indagine, spiegando le tecniche e le metodologie impiegate in questo “viaggio alla scoperta dei resti dell’antica città”.

Primo appuntamento sabato 1° maggio con due turni di visita: uno alle 16.30 ed uno alle 17.30. L’iniziativa continuerà tutti i sabati fino al 30 maggio con gli stessi orari di visita sempre su prenotazione inviando una mail a musa@comunecervia.it, oppure messaggio whatsapp al 347 4661513 Le visite si svolgeranno in gruppi di massimo di 6 persone. Il percorso con gli archeologi è gratuito, la visita è compresa nel biglietto di ingresso al museo (€2 a persona). Per la domenica occorre sempre prenotare l’ingresso con le stesse modalità. Da domenica 2 maggio, come prima domenica del mese, l’ingresso al museo è gratuito.

L’assessore alla Cultura Cesare Zavatta dichiara: "Finalmente riapriamo il nostro museo sperando che il prossimo week end rappresenti un punto di partenza e di normalizzazione per la cultura cervese e per la città tutta”. L’apertura del museo del sale nelle giornate di apertura ( sabato e domenica) avverrà nel rispetto della normativa anti-covid con misure di prevenzione del rischio di contagio (controllo della temperatura, distanziamento, obbligo di mascherina e sanificazione delle mani) comunque su prenotazione inviando una mail a musa@comunecervia.it oppure un messaggio whatsapp o telefonando al numero 3474661513.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento