Il quartetto della Cherubini sulle note del cinema, da Nino Rota a Ennio Morricone

La grande musica fa di nuovo tappa in Darsena Pop Up dopo il successo della trasmissione in streaming del concerto di apertura del Ravenna Festival, diretto dal Maestro Riccardo Muti. L'appuntamento al Pop Up è fissato per domenica sera, 19 luglio, alle 21.30: ad esibirsi è il Gruppo da Camera dell'Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini”. 

In particolare sul palco di Darsena Pop Up sale il Quartetto Amouage, così composto: Sofia Cipriani, Francesca Tamponi(violini); Davide Mosca (viola); Matteo Bodini (violoncello).

Il filo conduttore del programma musicale èla musica al cinema. Impossibile non pensare al Maestro Ennio Morricone, da poco scomparso, che viene omaggiato con le note della colonna sonora di Nuovo cinema paradiso, da lui composta. 

Ma in scaletta si trova anche Nicola Piovani (La vita è bella), Nino Rota (Il Padrino), Luis Bacalov (Il Postino) e tanti altri grandi film, fatti grandi anche dalla colonna sonora, fino ad arrivare al più recenti La La Land dove la musica era parte stessa della trama e delle sceneggiatura.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Torna il festival "Liberi tutti": la musica emergente canta per Patrick Zaki

    • Gratis
    • dal 24 al 25 aprile 2021
    • online

I più visti

  • Dall’antica Ficocle al boom turistico: tre tappe per conoscere la storia di Cervia

    • Gratis
    • dal 12 al 26 aprile 2021
    • online
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • In vetrina la storia delle macchine da scrivere: una splendida collezione ravennate

    • Gratis
    • dal 16 al 27 aprile 2021
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento