Eventi

Il Teatro Masini presenta la rassegna "Favole" e la campagna per i nuovi abbonamenti

Il palcoscenico faentino pensa al futuro: in programma sei spettacoli, fra cui due appuntamenti annullati nella passata Stagione

Nonostante la sospensione degli spettacoli aperti al pubblico imposta dal Dpcm del 24/10/2020, il Teatro Masini di Faenza prosegue la sua attività “giù dal palcoscenico” e pronto a ripartire appena possibile, con la campagna Abbonamenti alla nuova edizione della rassegna Favole 2020/2021 che partirà domenica 20 dicembre e che comprenderà anche i due appuntamenti annullati nella passata Stagione.

La campagna dei Nuovi abbonamenti avrà luogo da sabato 7 a venerdì 13 novembre (domenica 8 novembre esclusa), dalle ore 10 alle ore 13 presso la biglietteria del Teatro Masini. Il costo dell’abbonamento intero è di 28 euro (posto unico) per i sei spettacoli in programma.

Il programma

Ferruccio Filipazzi con il suo spettacolo Aspettando Natale inaugurerà la rassegna domenica 20 dicembre alle ore 16. Filipazzi è un bravissimo cantastorie e, in scena con la sua chitarra, racconta e canta quell’atmosfera così speciale che si respira nel tempo del Natale, aiutato dagli oggetti magici e gioiosi che si fanno luce, movimento, scenografia. 

Seguirà, mercoledì 6 gennaio alle ore 16 e alle ore 18, il primo recupero degli spettacoli annullati nella scorsa Stagione. La compagnia Gli Alcuni presenteranno La Bella era addormentata nel bosco, ma…, curiosa e un po’ pazza rivisitazione della celeberrima fiaba di Perrault.

Domenica 24 gennaio alle ore 16 sarà la volta degli Eccentrici Dadarò con la pièce Mostry, uno spettacolo che, tra teatro d’attore e clownerie, parla di come superare una delle più grandi paure di grandi piccini: quella di non essere accettati, di deludere le aspettative degli altri, di non essere all’altezza, in una parola, di ritrovarsi soli.

Accademia Perduta presenterà poi una delle sue più recenti produzioni: Pinocchio, uno spettacolo di Marcello Chiarenza, diretto da Claudio Casadio e interpretato da Maurizio Casali e Mariolina Coppola. La pièce racconta ai bambini una delle storie più famose del mondo e lo fa cantando un vero e proprio inno alla meraviglia del libro, della pagina stampata. Ed è proprio il “libro” il protagonista indiscusso della messa in scena: prendendo le mosse dal più famoso romanzo per l’infanzia, si propone di mettere al centro dell’azione la bellezza, la magia, il fascino di un oggetto da cui scaturiscono magie e meraviglie (domenica 7 febbraio alle ore 16).

Il secondo spettacolo annullato nella scorsa Stagione, Le 4 stagioni e Piccolo vento della Fondazione Aida, andrà in scena domenica 28 febbraio alle ore 16 e alle ore 18. Uno spettacolo che coinvolge il pubblico dei più piccoli sul tema dell’alternarsi delle stagioni e dell’ascolto della natura.Sulla base delle musiche de Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi, un esempio di musica ricca d’inventiva, si snoda questa frizzante storia, che segue con sorrisi e poesia le avventure di Piccolo Vento, attraverso le stagioni e i loro cambiamenti: paesaggi, colori, profumi, sfumature, suoni... e musiche.

L’ultimo appuntamento in cartellone, domenica 21 marzo alle ore 16, sarà con la compagnia Teatro Telaio e la pièce Storia di un bambino e di un pinguino, una storia buffa per parlare di mondi sconosciuti che si incontrano, della difficoltà di comunicare e comprendere chi è altro da noi, di un oceano da solcare per far crescere in noi affetto ed amicizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Teatro Masini presenta la rassegna "Favole" e la campagna per i nuovi abbonamenti

RavennaToday è in caricamento