rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Eventi Lugo

La cooperativa Icel festeggia 40 anni e pubblica un libro

Presentato il volume "Icel. 40 anni di Cooperazione". Per celebrare l'anniversario l'azienda organizza alcuni appuntamenti per autorità locali, clienti, fornitori, dipendenti e soci

La cooperativa lughese Icel festeggia quest’anno i suoi 40 anni dalla fondazione, avvenuta il 17 maggio 1978, e per festeggiare questo traguardo ha in programma diverse iniziative. È stato infatti pubblicato un libro sulla storia dell’azienda, mentre nel corso del 2018 si alterneranno una serie di eventi che coinvolgeranno il territorio lughese.

“Quando un’azienda percorre un cammino così lungo e riesce  a confermarsi per tanti anni è evidente che sta facendo qualcosa di straordinario – ha dichiarato il presidente dell’Unione dei comuni della Bassa Romagna Luca Piovaccari -. La storia dell’Icel è fatta di persone che si sono messe in gioco per creare questa cooperativa. L’Icel rappresenta infatti un pezzo della comunità del territorio e da sempre dà importanza alle persone e alle relazioni umane. Siamo di fronte, insomma, a uno dei migliori esempi, nel territorio, di spirito cooperativo, che dà valore al lavoro di squadra”.

“Icel rappresenta una grande realtà produttiva e una delle più importanti del nostro territorio – ha commentato il sindaco di Lugo Davide Ranalli -. La storia di questa cooperativa lughese dimostra che le persone che ne fanno parte non hanno mai smesso di credere in questo progetto, che mette il lavoro e i lavoratori al primo posto. In questi 40 anni Icel non ha infatti mai smarrito i suoi valori e la sua storia. Credo sia importante sottolineare un’altra caratteristica importante di Icel, ovvero l’impegno che in questi anni non ha mai fatto mancare a favore della città. Ne è un esempio il suo sostegno a realtà come l’Atletica Lugo e il teatro Rossini”.

“In questi 40 anni abbiamo sempre messo al primo posto le persone e il lavoro, la nostra storia testimonia la continuità dei nostri valori - ha spiegato  il presidente di Icel Andrea Babini.

“Nel panorama delle eccellenze che l’Italia può vantare, il mondo del cavo elettrico rappresenta un vanto del Made in Italy – ha aggiunto Paolo Musi, direttore generale dell'azienda -. Icel in questo contesto è unanimemente riconosciuta, nel  settore della bassa tensione, come prima della classe. Quest’anno festeggiamo il nostro quarantennale con l’approvazione di un bilancio con un fatturato di 173 milioni e un aumento del 37% rispetto all’anno precedente".

Tra le iniziative previste per celebrare i 40 anni della cooperativa lughese c’è il libro dal titolo Icel. 40 anni di Cooperazione (Editrice Il Nuovo Diario Messaggero, 2018). Il volume raccoglie il passato, il presente e le prospettive per il futuro della cooperativa che produce cavi elettrici. Il volume ripercorre infatti i primi 40 anni dell’azienda, ricostruendo il contesto industriale e cooperativo del territorio e lasciando spazio anche alle immagini e alla voce delle persone che hanno fatto parte dell’Icel. Nelle pagine del libro si possono infatti leggere gli articoli che annunciavano la nascita della cooperativa, fotografie storiche dell’azienda e interviste ai soci fondatori.

Per celebrare l’anniversario dalla fondazione Icel ha organizzato anche alcuni appuntamenti per autorità locali, clienti, fornitori, dipendenti e soci, in programma per sabato 19 e domenica 20 maggio al Teatro Rossini. Durante le due giornate verrà presentato il libro sulla storia dell’azienda, che verrà consegnato ai presenti.

La storia dell’Icel inizia già dalla prima metà degli anni ’50 come impresa privata, L’azienda, che sorge inizialmente appena fuori dal centro storico, produce e commercializza cavi elettrici per energia. Nel 1974 avviene il trasferimento nell’attuale sede nella zona industriale, in via Torricelli. La seconda metà degli anni ’70 segna però un periodo di crisi economica, che colpisce pesantemente il settore del materiale elettrico e dell’energia in generale. La crisi tocca anche Icel e i proprietari comunicano ai loro dipendenti la futura chiusura dell’attività e la vendita di tutti gli impianti e dei capannoni. Alcuni dipendenti contattano allora il Movimento cooperativo, per valutare la possibilità di salvare il posto di lavoro e mantenere la continuità produttiva dei cavi elettrici, sfruttando le professionalità acquisite. Il 17 maggio 1978 Icel si trasforma in realtà cooperativa con 52 soci che costituiscono la “Icel Coop. Industria Conduttori Elettrici Lugo - società cooperativa a responsabilità limitata”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cooperativa Icel festeggia 40 anni e pubblica un libro

RavennaToday è in caricamento