menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La cultura non si arrende, "Libera la musica" pronta a una nuova stagione ibrida

Accademia Bizantina prova a ripartire e programma un concerto che potrà essere eseguito al Teatro Goldoni a porte chiuse o, se possibile, con il pubblico presente

Nonostante le pesanti condizioni che stanno segnando in tutto il mondo l’anno in corso e che hanno nuovamente portato alla sospensione di tutte le attività culturali, Accademia Bizantina vuole fortemente ripartire, anche se dovesse farlo solo a distanza e in diretta streaming. Per farlo, Accademia Bizantina ha dunque deciso di dare alla sua tradizionale stagione Libera la Musica una forma cangiante e “ibrida”, uscendo dai vincoli di un cartellone prefissato e programmando invece una serie di concerti (cinque o sei) che verranno di volta in volta trattati come singoli eventi. E, diversamente appunto dalle precedenti stagioni, i vari concerti verranno impostati sulla presenza degli ensemble di Accademia Bizantina per quasi tutte le date.

"Ovviamente la speranza sarebbe quella di arrivare il più presto possibile a dei concerti in presenza, nonostante le capienze estremamente ridotte dalle circostanze – precisano gli organizzatori - ma si è deciso di tenere comunque accesa la fiamma della cultura e proporre un programma di esecuzioni dal vivo da fruire nel caso anche attraverso le nuove tecnologie (e sempre nel rispetto più assoluto delle normative vigenti). La storia di Accademia Bizantina con il suo pubblico prosegue assieme a tantissime realtà del territorio (e non solo) che nonostante le enormi difficoltà, stanno continuando a produrre musica di qualità".

Il primo concerto è allora in programma per sabato 12 dicembre 2020, ovviamente attendendo il nuovo DPCM del 3 dicembre per capire se il concerto sarà eseguito a porte chiuse e trasmettesso gratuitamente solo in streaming attraverso il canale YouTube di Accademia Bizantina, se invece sarà possibile eseguirlo a teatro aperto (al Goldoni di Bagnacavallo, come di consueto) e trasmesso anche in streaming, oppure ancora se non farlo in nessun modo, a seguito di nuove direttive. Il concerto ha per titolo "Venezia Stravagante" e vede in scena Ottavio Dantone (clavicembalo e direzione), Alessandro Tampieri (concertmaster, violino, viola d'amore) e la formazione di Accademia Bizantina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Domotica

Le cappe da cucina ideali per una casa smart

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento