Martedì, 21 Settembre 2021
Eventi

La nuova edizione di "Itinera" si tinge di azzurro con un percorso fra mare, valli e porto

Visite guidate, performance di danza e trebbi di mare per raccontare il rapporto fra Ravenna e l'Adriatico

L’edizione 2021 di ItineRa, la Festa del cammino consapevole, organizzata da Trail Romagna con la compartecipazione degli assessorati Cultura, Ambiente, Sport e Turismo del Comune di Ravenna allarga i suoi orizzonti occupandosi di altri sistemi di mobilità sostenibile come il cicloturismo e la navigazione, ma soprattutto indagando sull’identità culturale marinara del territorio in cui vive, Ravenna. Ravenna città di mare? Una domanda che vorrebbe diventare un’affermazione, sarà il titolo della quinta edizione.

Il tema

Ravenna città di mare? E' questa la domanda di tutti coloro che hanno a cuore passato, presente e futuro della città nel suo storico rapporto con l’Adriatico, porta acquea per relazioni mediterranee e oceaniche. Sì, perché l’Adriatico è sempre stata la principale highway ravennate, nei suoi antichi rapporti con Bisanzio e in quelli altrettanto floridi con l’Oriente. Ma la domanda ha anche una connotazione più legata al quotidiano, al buon vivere che l’Adriatico offre. Su queste due rotte è stato costruito un programma che si articola in due momenti: 1-5 settembre e 1-3 ottobre. 

"ItineRA 2021 sarà un’occasione straordinaria per la città per riflettere su questa relazione con il mare, da scoprire e riscoprire, da costruire e ricostruire - affermano gli organizzatori. Gli eventi in programma non dimenticano il cammino, principale mission dell’associazione organizzatrice ma partono dalle nostre rive come occasione di cammino per raccontare il mare del lavoro, quello umile dei pescatori che ancora oggi regalano alla città prodotti d’eccellenza e quello mercantile, indispensabile per fare di Ravenna una rete per potenziare, valorizzare, “aprire” il porto. Cultura e ambiente, da sempre ingredienti delle manifestazioni targate Trail Romagna, devono tornare ad essere propellenti di una green economy adriatica. Percorriamo in lungo e in largo la nostra amata Ravenna come caso paradigmatico di una nuova relazione da ri-costruire tra la città e il mare, una via obbligatoria per tornare allo splendore del passato, consapevoli che non possono esserci waterfront riusciti senza un watersoul di chi li abita e ci lavora. Presentando questo programma che si avvale di decine di collaborazioni, se non una risposta, abbiamo però una speranza: Ravenna città di mare".

Il programma

Si parte il 1° settembre con un evento estremamente simbolico, Venezia-Ravenna, l’ultimo cammino di Dante che rende omaggio al Poeta aprendo un nuova via dalle notevoli valenze turistiche. Un’edizione zero di un cammino che per la bellezza dei territori attraversati, per la ricchezza degli ambienti e delle emergenze artistiche e per la bassa difficoltà tecnica sarà di grande appeal per cicloturisti e camminatori. Ma Venezia-Ravenna o Ravenna-Venezia, l’itinerario è bidirezionale, mette in dialogo due città nate sull’acqua, concepite per essere raggiunte dall’acqua, due storie profondamente segnate proprio dal rapporto con valli, lagune e mare. Nell’ultima tappa del percorso i pionieri dell’ultimo cammino di Dante intercetteranno al Capanno Quattrocchi i pellegrini della Via Sancti Romualdi che il 5 settembre raggiungeranno la Città partendo da San Romualdo non lontano dall’Isola del Pereo, primo rifugio del santo ravennate.

In un luogo storico dove il mare incontra la terra, la piallassa baiona (pia e lassa), Trail Romagna incontra Cantieri Danza per una performance di danza che sabato 4 settembre animerà l’Isola degli Spinaroni con Totemica, liturgia della dispersione. ItineRA e Ammutinamenti presentano questa coreografia di Manfredi Perego in cui Chiara Montalbani si muoverà tra sacro e naturale in un’interpretazione dalla spiritualità ancestrale concepita proprio per questo luogo. Per legare arte, benessere e territorio, prima dell’evento sarà possibile passeggiare tra la valle e il mare e dopo, grazie alla collaborazione di Slow Food Ravenna, assaporare il pesce di valle in un tipico capanno da pesca.

Si passa al 1° ottobre con i Trebbi di mare porteranno la tradizione del mondo rurale romagnolo a Marina di Ravenna, prima al Mercato del pesce poi al Circolo Velico Ravennate. Le vicende dei paescatori – i contadini del mare – si uniranno a quelle dello sport e alle tante storie che il mare sa regalare. Come ogni trebbo che si rispetti, sempre grazie a Slow Food, al termine dei racconti si potrà scegliere tra un aperitivo sulle barche ormeggiate o una cena vista mare allietata dai canti di Eleonora Mazzotti accompagnata per l’occasione da Riccardo Roncagli alle tastiere.

Densa di appuntamenti la giornata del 2 ottobre. Si inzia la mattina all’Almagià con le Green Talks, un convegno dinamico che vuole essere il punto di incontro tra i rappresentanti della Ravenna marittima e i cittadini, per approfondire temi quali la rigenerazione del rapporto tra la città e il suo porto, e lo sviluppo sostenibile dell’ecosistema marittimo e portuale. Nel pomeriggio dalla Darsena di Città alle 15.30 partiranno i camminatori per Attraversamenti, un percorso che si incunea all’interno del Porto sin dove possibile per poi imbarcare i partecipanti sulla Stella Polare e raggiungere via Candiano la SAPIR. Uno stimolo per conoscere meglio il nostro porto, alla stregua di una nuova meta turistica. La giornata si concluderà alle 21 al Mercato Coperto, un luogo storico legato alla Casa Matha, la più antica cooperativa di pescatori, per parlare dell’Adriatico mare d’Europa con due voci di assoluto valore: Egidio Ivetic, scrittore, navigante e professore di Storia del Mediterraneo all’Università di Padova e Fabio Fiori, marinaio, scrittore e profondo conoscitare del nostro mare. 

ItineRA 2021 si conclude domenica 3 ottobre all’Autorità Portuale dove, alle ore 9.30 partirà il ciclotour guidato di 30 km alla scoperta della storia dei porti di Ravenna: Il Fronte dei Porti, la replica di un fortunato evento che Trail Romagna realizzò insieme a Ravenna Festival nel 2014. Si tratta di un percorso stratigrafico che toccherà il Porto Coriandro, il Porto Pamphilio, l’Antico Porto di Classe, la Torraccia e il nuovo Candiano arricchito dalle guide di Massimiliano Casavecchia, Osiride Guerrini, Giovanna Montevecchi e Paola Novara. Il tour si concluderà con un momento conviviale presso la Darsena PopUp.

Come partecipare

Gli eventi sono aperti a tutti ma, per ragioni di sicurezza, con prenotazione obbligatoria sul form nel sito di Trail Romagna. La modalità di partecipazione prevede il rispetto dei protocolli anticontagio Covid-19 e il numero chiuso per ogni manifestazione. Per prenotazioni e informazioni dal 27 settembre al 2 ottobre sarà attivo un Info point presso lo IAT di Piazza San Francesco disponibile tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova edizione di "Itinera" si tinge di azzurro con un percorso fra mare, valli e porto

RavennaToday è in caricamento