Le caricature massesi di Francesco Verlicchi

Sabato 12 gennaio alle 17 al Circolo massese di Massa Lombarda, in piazza Matteotti, inaugura la mostra delle caricature massesi di Francesco Verlicchi: una selezione di ventinove immagini di volti cari ai massesi che l’artista, con modestia e velata ironia, ha saputo tratteggiare in pochi segni, cogliendo l’anima e lo spirito delle sue “vittime”.

Francesco Verlicchi è nato a Fusignano l’8 maggio 1915 e fin da ragazzo mostra particolare inclinazione al disegno e alla pittura. Cresciuto alla scuola Arti e mestieri diretta da Giulio Avveduti, si dedica inizialmente alla decorazione murale e insieme al maestro restaura dipinti della chiesa di San Giacomo Maggiore di Lugo. In seguito, subentrerà al maestro Avveduti come direttore della scuola. Negli anni Quaranta inizia la sua vera attività allestendo uno studio dove prepara personalmente le tele che “intrise dallo spesso strato di colore, riuscivano a dare al dipinto un sentire di materia palpabile e viva”. Le sue prime mostre appaiono nel 1945. Dal 1958 diventa titolare della cattedra di Disegno dal vero all’Istituto d’arte per il mosaico. Grande ritrattista e caricaturista, i suoi schizzi esprimono - come scrive il giornalista Franco Gabici - “una seria poesia fatta di ricordi e di amore verso la buona e povera gente della sua terra”. Verlicchi è deceduto il 30 settembre 2008.

La mostra di “caricature” nasce da una collaborazione tra il Circolo massese e il Circolo fotografico di Massa Lombarda per proporre alla cittadinanza episodi di vita, momenti significativi radicati nel cuore di molti che i tempi moderni hanno spesso relegato all’ignavia. A ingresso libero, l’esposizione rimarrà allestita fino al 27 gennaio e sarà visitabile nei giorni feriali dalle 20 alle 22.30, nei festivi (compreso il giorno di San Paolo) dalle 15 alle 18 e dalle 20 alle 23.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Risplendono le “Gemmae lucis”: le opere in mosaico di Marco De Luca

    • Gratis
    • dal 17 al 25 aprile 2021
    • Galleria Pallavicini 22

I più visti

  • Dall’antica Ficocle al boom turistico: tre tappe per conoscere la storia di Cervia

    • Gratis
    • dal 12 al 26 aprile 2021
    • online
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • In vetrina la storia delle macchine da scrivere: una splendida collezione ravennate

    • Gratis
    • dal 16 al 27 aprile 2021
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento