Le Raccolte Piancastelli, un patrimonio unico per l’arte e la storia della Romagna

  • Dove
    Palazzo Milzetti
    Indirizzo non disponibile
    Faenza
  • Quando
    Dal 10/05/2019 al 10/05/2019
    17.00
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Venerdì 10 maggio 2019 alle ore 17, nell’ambito del ciclo di incontri “Faenza città d’Europa” organizzato dal  Museo Nazionale dell’età Neoclassica in Romagna presso Palazzo Milzetti a Faenza, si terrà una conversazione della dott.ssa Antonella Imolesi Pozzi, già Responsabile dei Fondi Antichi e delle Raccolte Piancastelli della Biblioteca forlivese, dal titolo: Le Raccolte Piancastelli della Biblioteca comunale di Forlì. Un patrimonio unico per la documentazione dell’arte e della storia della Romagna.
L’incontro sarà accompagnato dalla proiezione di una selezione di immagini di opere d’arte, documenti, volumi e stampe di ambito romagnolo, conservati all’interno di quello che, a buon diritto, può considerarsi l’archivio di documentazione più esaustivo sulla storia, la letteratura, l’arte e il folclore del nostro territorio e luogo imprescindibile per la ricerca e lo studio dei più disparati aspetti della cultura della nostra regione.
 
L’immensa collezione, realizzata nel corso di una vita dal bibliofilo e collezionista fusignanese Carlo Piancastelli (Imola, 1867 – Roma, 1938) è stata da lui donata come Fondo autonomo rispetto alle altre collezioni comunali alla Biblioteca di Forlì alla sua morte, per legato testamentario nel 1938.
La parte più consistente delle sue straordinarie Raccolte è la vastissima Biblioteca costituita da oltre 55.000 volumi, nota con il nome di Biblioteca Romagnola accanto alla quale sono conservati oggetti e materiali diversi per tipologia e provenienza. Le Raccolte presentano una fisionomia complessa e articolata in varie sezioni comprendenti un ricchissimo archivio costituito da migliaia di autografi, accanto a manoscritti, libri, ceramiche, lettere, cartoline, monete, incisioni, disegni, dipinti, spartiti musicali e oggetti d’arte che coprono un lungo arco cronologico che va dal XII secolo ai primi quarant’anni del XX secolo e che sono oggetto di studio e di ricerca da parte di studiosi locali e internazionali che possono liberamente compulsare i materiali bibliografici e documentali accedendo alle Sale in cui è conservata la Piancastelliana.
La relatrice, che per lunghi anni è stata la conservatrice di questo ricchissimo patrimonio, si è impegnata in ambito istituzionale nella conservazione, catalogazione, tutela e valorizzazione dei materiali bibliografici, iconografici e documentali della Biblioteca forlivese, realizzando mostre, tenendo conferenze e partecipando a convegni e giornate di studio e ha collaborato a numerosi cataloghi e riviste specialistiche scrivendo schede e saggi di argomento bibliografico, storico e artistico. 
Durante l’incontro Imolesi Pozzi illustrerà il prezioso amalgama di oggetti, volumi e opere d’arte che costituiscono la collezione, continuando quell’opera di studio e di divulgazione che porta avanti da oltre trent’anni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • In cucina senza glutine: un incontro online sulla celiachia

    • Gratis
    • 6 marzo 2021
    • online
  • Storie e fiabe da ascoltare a casa: arrivano le "Favole al Telefono"

    • Gratis
    • dal 13 al 20 marzo 2021
    • vedi programma

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • La Festa della Donna si celebra con una primula

    • 8 marzo 2021
    • Centro Commerciale Le Cicogne
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento