"Libera è", una mostra fotografica per la Giornata mondiale delle bambine

  • Dove
    Officine del Sale
    Indirizzo non disponibile
    Cervia
  • Quando
    Dal 15/12/2019 al 08/01/2020
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Un susseguirsi di scatti fotografici d’impatto ideati dai creativi di Casa Walden: Cosetta Gardini, Giuseppe Tolo e Sara Pignatari, realizzati grazie alla preziosa collaborazione del fotografo Fausto Fabbri e alla freschezza e spontaneità della giovane interprete Caterina Ramoni. Tutto ciò è il contenuto della mostra dal titolo “Libera è...” che inaugura a Cervia, domenica 15 dicembre alle 17,30 e rimane visibile fino all’8 gennaio 2020 negli spazi delle Officine del Sale in via Evangelisti.

Inaugurazione domenica 15 dicembre alle ore 17.30 alla presenza dell’assessora a Pace e Diritti Umani del Comune di Cervia Michela Brunelli. In questa occasione verrà presentato anche “#2020è”, il Calendario delle #bambinelibere.

Organizzata dall’agenzia di comunicazione Casa Walden, da sempre impegnata a promuovere e comunicare i valori di bellezza, arte e cultura, attraverso il suo lavoro, la mostra espone 12 scatti fotografici - e altrettante frasi - di donne, un tempo bambine, che hanno potuto realizzare se stesse liberando i loro sogni e i loro talenti, per celebrare laGiornata mondiale delle bambine e delle ragazze proclamata dall’ONU.
Gli stessi scatti sono anche il contenuto del Calendario #2020è in vendita a partire da 12 euro in sede di mostra, il cui ricavato sarà devoluto a Terre des Hommes Italia, a sostegno della Campagna “Indifesa” con cui Casa Walden ha deciso di collaborarea favore dei diritti e delle libertà delle bambine di ogni paese. 
Nata nel 1989 in Italia e diventata Fondazione nel 1994 Terre des Hommes Italia nell’ultimo anno ha realizzato 90 progetti in 22 paesi del mondo dedicandosi in particolare ai temi della Child Protection, della sanità di base e del diritto all’educazione.

“Abbiamo deciso di lanciare un messaggio a favore di questi diritti – dichiarano gli autori - per sottolineare come sia importante garantire a tutte le bambine le libertà più elementari: quelle di giocare, di correre, di viaggiare, di esprimersi, di imparare e soprattutto di amare. Libertà che oggi in paesi più evoluti appaiono scontate ma che in altri paesi, compreso il nostro, anche vicini sono difficili conquiste o addirittura sogni irrealizzabili”.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • In mostra i "Sogni nel cassetto" di Laura Pagliai

    • Gratis
    • dal 8 gennaio al 28 febbraio 2021
    • Bottega Matteotti
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Un trekking dei sapori sui colli romagnoli: un itinerario con soste gourmet

    • dal 6 al 28 febbraio 2021
    • ritrovo all’agriturismo La Sabbiona - Oriolo dei Fichi
  • Incontro a Dante: tanti tour in centro per omaggiare il Sommo Poeta

    • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2021
  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento