Lugo contemporanea apre con la mostra fotografica di Stefano Questorio “Death is not the end”

In attesa degli appuntamenti musicali, Lugocontemporanea propone una prima iniziativa dedicata alla fotografia. Inaugura infatti venerdì 24 luglio, alle 18, e viene ospitata fino a giovedì 30 luglio la mostra fotografica di Stefano Questorio dal titolo “Death is not the end” nella Sala Baracca della Rocca di Lugo.

La mostra racchiude una selezione dal portfolio di Questorio, appositamente pensata per Lugocontemporanea. Tutte le foto sono state scattate con una polaroid Sx 70 e pellicole polaroid talvolta scadute per ottenere effetti imprevedibili e lasciare una porta aperta al caso. Spiega Questorio: "Death is not the end è una canzone di Bob Dylan ed è il primo titolo che mi è balenato in mente quando mi è stato proposto di presentare una selezione di polaroid al Festival Lugocontemporanea. Per assurdo, quando penso alla morte, non riesco a non pensare a una celebrazione della vita, e anche le mie polaroid le ho sempre immaginate in tal senso. Death is not the end significa, per me, che la vita include la morte ed è allo stesso tempo qualcosa di molto più grande, la contiene. Di fronte a questa grandezza io mi inchino e, talvolta, scatto una foto. È la mia forma di ringraziamento, la mia preghiera".

Stefano Questorio è interprete e autore di danza e di teatro, ha lavorato con numerose compagnie italiane ed internazionali e con diversi coreografi, quali Wim Vandekeybus e Roberto Castello; ha collaborato inoltre con il regista Romeo Castellucci. Ha firmato numerosi lavori come autore e coreografo tra cui Album e il recente Lila, a Symphony about life and Death. In ambito fotografico alcuni lavori sono stati accolti in mostre collettive (Iso 600 Riccione 2018; Iso 600 Bologna 2019), eventi internazionali (Istant art Arles, 2019; Instant Art Paris 2019), gallerie (Nero Factory, Varese, 2018; Puk Gallery, Castelfranco Veneto 2019), selezionati in riviste (Analog Forever online Magazine, 2018; Mauermag 2019) e calendari (Photodarium Classic e Photodarium Private 2020). Nel 2019 prende parte al 12.12 Men Project e alcune opere sono state esposte al Museo permanente della polaroid presso la Bombay Beach Biennale (LA, USA).

La XVI edizione di Lugocontemporanea, quest’anno dedicata a Franco Ranieri, direttore artistico della rassegna scomparso nei mesi scorsi, torna martedì 28 e mercoledì 29 luglio con tanti appuntamenti nella piazza del Pavaglione. Titolo di questa edizione è “Reset [Festival della Morte e della Palingenesi]”. L’ingresso agli eventi è gratuito.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • In vetrina la storia delle macchine da scrivere: una splendida collezione ravennate

    • Gratis
    • dal 16 al 27 aprile 2021
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna

I più visti

  • Dall’antica Ficocle al boom turistico: tre tappe per conoscere la storia di Cervia

    • Gratis
    • dal 12 al 26 aprile 2021
    • online
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • In vetrina la storia delle macchine da scrivere: una splendida collezione ravennate

    • Gratis
    • dal 16 al 27 aprile 2021
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento