rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Eventi Faenza

Mei 2018: ecco le date e alcune anticipazioni della 25^ edizione

Parte il 28 settembre il Meeting degli Indipendenti di Faenza che spegne quest'anno le 25 candeline. Un'importante spazio sarà dato alle riflessioni sul futuro della musica indipendente

Il MEI - Meeting degli Indipendenti da quasi 25 anni è il punto di riferimento dell’ambiente musicale indipendente ed emergente italiano, rappresentando il punto d’incontro naturale tra le realtà che hanno fatto la storia della Musica italiana degli ultimi decenni. Si terrà dal 28 al 30 settembre a Faenza l'edizione 2018 del Mei e dedica la giornata centrale della rassegna alle riflessioni sul futuro della musica indipendente.

Fondato e diretto da Giordano Sangiorgi, ha saputo indicare la strada nel confuso mondo del mercato musicale, creando una rete forte e stabile, scegliendo e valorizzando le migliori produzioni musicali.
Questo ha fatto del MEI il polo principale delle nuove promesse della musica italiana, lo strumento perfetto per valorizzare al meglio il proprio lavoro tramite una struttura capace di dare la giusta diffusione ed il giusto spazio ai nuovi artisti, nonché specchio fedele dei tempi.

Oggi il MEI naviga verso i 25 anni di attività in un ambiente musicale profondamente cambiato, la rivoluzione digitale è una realtà stabile che ha fagocitato il mercato, stavolta per davvero, la Tv, la radio ed il supporto fisico hanno lasciato il passo a YouTube e Spotify dando la possibilità ad ogni buon artista di arrivare al pubblico senza un filtro ma allo stesso tempo di vedere drasticamente ridotte le risorse raccolte per ogni ascolto e diffusione del proprio progetto musicale.

Cambiamenti repentini, come quello della liberalizzazione dei diritti e di un nuovo modello di fruizione dell’evento live, che hanno portato ad un momento di inevitabile confusione professionale, e ad un ambiente a tratti spaesato. E dunque quali sono i risvolti possibili del prossimo futuro? Quali sono le difficoltà da e quali le opportunità da sfruttare? 

Dare una risposta a queste ed altre domande sarà l'obiettivo del MEI 2018: stimolando il dialogo ed il confronto in maniera ragionata, portando all'attenzione generale esempi virtuosi, proponendo le espressioni musicali più vicine all’oggi senza dimenticare il percorso che ha condotto la manifestazione fin qui.

Un'edizione che proporrà il MEI come istituzione super partes, apertamente incline al confronto ed alla collaborazione con ogni realtà di valore. Casa accogliente e Agorà della musica italiana per “riprendersi la musica”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mei 2018: ecco le date e alcune anticipazioni della 25^ edizione

RavennaToday è in caricamento