Attacco al Ravenna Festival: "boicottiamo lo spettacolo israeliano"

Duro attacco e minaccia di boicottaggio da parte dell'Associazione BDS Italia contro lo spettacolo del 6 luglio che vede coinvolta la compagnia israeliana Batsheva

Duro attacco dell'Associazione BDS Italia che invita il Ravenna Festival a cancellare lo spettacolo della compagnia israeliana Batsheva in programma per il 6 luglio. 

L'associazione minaccia il boicottaggio della rappresentazione, che coinvolge una delle punte di diamante della danza internazionale, e scende in campo con parole durissime:

"Non danzate con l’apartheid israeliana! - si legge nel comunicato inviato ai giornali - Chiediamo al Ravenna Festival di cancellare lo spettacolo della compagnia di danza israeliana Batsheva, a causa della sua complicità con il governo israeliano. BDS Italia e associazioni di Ravenna lanciano una campagna contro la partecipazione della compagnia di danza israeliana Batsheva al Ravenna Festival. Batsheva, finanziata dal governo di Israele, svolge un ruolo di “ambasciatrice culturale” dell’occupazione e dell’apartheid. La partecipazione di Batsheva è in contrasto con la dedica del Festival a Nelson Mandela, difensore dei diritti dei palestinesi. Appelli sono arrivati dalla Palestina, da Israele e dal Sudafrica per il ritiro dell’invito a Batsheva. BDS Italia1 e altre associazioni impegnate per la difesa dei diritti umani e che sostengono il diritto del popolo palestinese alla libertà, alla giustizia e all'uguaglianza, hanno lanciato un appello alla mobilitazione 2 per chiedere al Ravenna Festival di ritirare l'invito alla compagnia di danza israeliana Batsheva, cancellare lo spettacolo in programma per il 6 luglio e di rompere le relazioni con l’Ambasciata di Israele in Italia e le altre istituzioni israeliane".

Nel comunicato si legge anche dell'esito dell'incontro tra una delegazione di BDS Italia e i rappresentanti del Ravenna Festival, che pur riconoscendo la validità degli argomenti, hanno confermato la volontà di mettere in scena lo spettacolo della Batsheva e il conseguente invito a disertare lo spettacolo, rivolto al pubblico, da parte della BDS.

Rispettando le opinioni di tutti - cosa che peraltro ha dichiarato di fare il Ravenna Festival - e prendendo atto dell'oggettiva gravità della situazione internazionale - una domanda resta: "E' giusto penalizzare gli artisti?"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Dopo 56 anni e 3 generazioni chiude lo storico supermercato: "A quell'epoca in paese c'erano 4 negozi"

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento