"Relazioni", l'indivuduo secondo Rudy Pulcinelli

Sabato 4 maggio inaugura alle 17.30 la mostra “Relazioni” di Rudy Pulcinelli, allestita allo Spazio Cose Belle di Fusignano, in corso Emaldi 51. L’esposizione, a cura di Ilaria Magni, resta aperta fino al 26 maggio il sabato e la domenica dalle 16 alle 18.30. È possibile prenotare una visita su appuntamento al numero 339 1145448.

"La mia ricerca – spiega Rudy Pulcinelli - si concentra sul tema dell’individuo come unità di misura del valore potenziale del genere umano: nella babele contemporanea di popoli ed etnie drammaticamente consumati da lotte intestine, dove la considerazione di una vita umana diviene talvolta tristemente esigua, cerco, utilizzando il simbolismo e le sagome delle lettere tratte dai sette alfabeti più diffusi al mondo, di legare il concetto di comunicazione a quello di memoria, che insieme rivestano un ruolo importante per costruire le basi del mio linguaggio scultoreo-installativo".
 
Rudy Pulcinelli è nato nel 1970 a Prato. Ha frequentato l'istituto d'arte Petrocchi di Pistoia e la facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Firenze. Dagli anni '90 ha iniziato un percorso internazionale che lo ha portato ad allestire mostre in Francia, Stati Uniti, Emirati Arabi Uniti, Germania, Paesi Bassi, Uruguay, Tailandia, Marocco e Argentina. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Next Generation, il Premio Fiorino d'Oro di Firenze e il Premio Internazionale d'Arte Europol. Le sue opere sono conservate in collezioni private e pubbliche a livello internazionale all’Università della Virginia, Charlottesville-Museo Paolo VI, Brescia - Lu.C.C.A. Centro di Arte Contemporanea, Lucca - Fundacion Pablo Atchugarry, Maldonado - Silpakorn Art Center, Bangkok - Sede centrale di Europol, Aia.

L’evento realizzato in collaborazione con Bonioni Arte, con il patrocinio del Comune di Fusignano.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • In mostra i "Sogni nel cassetto" di Laura Pagliai

    • Gratis
    • dal 8 gennaio al 28 febbraio 2021
    • Bottega Matteotti
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Un trekking dei sapori sui colli romagnoli: un itinerario con soste gourmet

    • dal 6 al 28 febbraio 2021
    • ritrovo all’agriturismo La Sabbiona - Oriolo dei Fichi
  • Incontro a Dante: tanti tour in centro per omaggiare il Sommo Poeta

    • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2021
  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento