menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre 200 espositori per Bassa Romagna in Fiera

La biennale dedicata ad agricoltura, artigianato, industria e commercio, torna a Lugo dall’8 al 16 settembre

Bassa Romagna in Fiera, la biennale dedicata ad agricoltura, artigianato, industria e commercio, torna, per la sua 27esima edizione, nel centro storico di Lugo dall’8 al 16 settembre. L’iniziativa si estende su un’area espositiva di oltre 15mila mq con più di 200 espositori suddivisi in quindici diverse aree tematiche che valorizzeranno tutte le eccellenze dei nove Comuni della Bassa Romagna: agricoltura, arredamento, artigianato, area shopping e artigianato artistico, area sposi-cosmesi-benessere, area food e ristorazione, associazioni, concessionarie auto, commercio, edilizia, industria alimentare, servizi, start-up, tempo libero e turismo, vivaismo e giardinaggio.

“Abbiamo messo in campo nuove idee e progettualità per rinnovare questa edizione di Bassa Romagna in Fiera – ha dichiarato il presidente dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna Luca Piovaccari -. Penso che quello raggiunto sia un ottimo risultato, realizzato grazie a un grande lavoro di squadra, che rappresenta la forza della Bassa Romagna. Siamo molto soddisfatti di quello che siamo riusciti a costruire insieme. Il programma infatti unisce diverse iniziative che valorizzeranno tutto il nostro territorio, dall’intrattenimento, alla cultura, senza dimenticare gli appuntamenti dedicati allo sviluppo territoriale e alle imprese. Nostra intenzione è infatti rendere il nostro territorio sempre più attrattivo”.

“Questa edizione di Bassa Romagna in Fiera avrà come cornice un Pavaglione rinnovato, in cui sono stati terminati i lavori più rilevanti e che dà alla Fiera un contesto notevolmente migliorato - ha aggiunto il sindaco di Lugo Davide Ranalli -. Vorrei che questa Fiera sia anche un momento di riflessione rispetto a un contesto che è ancora molto complicato per il sistema imprenditoriale del nostro territorio. È anche nostro compito far sì che questo evento sia un’occasione per non nascondere queste criticità. Credo che sia importante che Bassa Romagna in Fiera sia anche un luogo di riflessione e scambio di idee. Infine, vorrei ricordare la mostra fotografica allestita in occasione dei 70 anni di Venieri perché testimonia la storia di un’azienda che ha deciso di non abbandonare il territorio. Questo rappresenta un orgoglio per noi e per il lavoro svolto dalle pubbliche amministrazioni, che si sono impegnate per far rimanere le imprese sul territorio”.

Ricco il programma delle iniziative che accompagneranno i nove giorni dell’evento con incontri, dibattiti, spettacoli, concerti e tanto altro, da sabato 8 a domenica 16 settembre.

La prima giornata della biennale, sabato 8 settembre, inizia nel segno della musica con il concerto, alle 17 in piazza Baracca, della Jugendkapelle Stadt Kulmbach, l'orchestra giovanile della Scuola di musica della città tedesca gemellata con il Comune di Lugo. 
Il taglio del nastro è previsto per le 17.30 in piazza Baracca alla presenza dell’assessora al Bilancio della Regione Emilia-Romagna Emma Petitti e di tutti i sindaci dei Comuni dell’Unione della Bassa Romagna.
Poi alle 18.45 inaugura la mostra Rossinissimo dedicata a Gioachino Rossini, che rimarrà all’oratorio di Sant’Onofrio fino al 19 settembre. La mostra, curata dal Maestro Giuseppe Montanari e organizzata dalla Pro Loco di Lugo, propone oltre 400 pezzi, molti dei quali mai mostrati finora. All’inaugurazione sarà presente il Maestro Riccardo Muti. Alle 19.30 spazio allo sport in piazza Baracca “Scherma sotto le stelle”, l’esibizione della Società Schermistica Lughese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Fitness

Gli esercizi da fare a casa per rassodare il seno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento