“Pallavolo amarcord”, i cimeli che ricordano i grandi successi del volley ravennate

La Cassa di Ravenna, nell’ambito delle iniziative di valorizzazione del collezionismo privato, ospita presso le proprie vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani) di Piazza del Popolo 30, fino al 4 agosto, la mostra “Pallavolo... amarcord”, un'esposizione di magliette, calendari, biglietti di abbonamento e accessori sportivi relativi al volley realizzata dalla ravennate Alessandra Pinza.

Si ripercorrono ricordi e cimeli di 40 anni di pallavolo, ravennate e non. Dalla A.S. Pallavolo Ravenna-Cassa di Risparmio (in serie A1 fino alla stagione 1982-1983) e in seguito Porto Ravenna Volley, in serie A2 con Giuseppe Brusi che nella stagione 1987-1988 vinse i playoff promozione per la serie A1 a Roma.

In quegli anni se d’inverno si stava al Pala Costa, d’estate lo spettacolo non mancava di certo: di sera si andava tutti al bellissimo ed indimenticabile "Torneo di San Giovanni della Cipolla” ed il numeroso pubblico assisteva sulle sparute sedute messe a disposizione dal parroco o in sella a bici e motorini. 

A metà degli anni ’90 entra nella pallavolo ravennate, maschile e femminile, il Gruppo Ferruzzi targato “il Messaggero”; viene costruito il Palazzo delle Arti e Della Cultura Mauro de Andrè, cambia il palcoscenico ma lo sport resta protagonista.

Inizia infatti un periodo d’oro per Ravenna, che si accompagna ai successi internazionali della Nazionale di volley maschile allenata da Julio Velasco. Con la squadra maschile di Ravenna si vincono uno scudetto (1991), una Coppa Italia (1991), un Campionato del Mondo per Club (1991), tre Coppe dei Campioni (1992-1993-1994), due Super Coppe Europee (1992-1993).
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Kate Moss, Naomi Campbell, Rihanna e Ravenna: al Mar i grandi scatti di Paolo Roversi

    • dal 10 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Prosegue la mostra "Tesori ritrovati. Il banchetto da Bisanzio a Ravenna"

    • dal 12 giugno al 20 dicembre 2020
    • Museo Classis Ravenna - Classe
  • Forza e introspezione nelle ceramiche di Lidia Mietti

    • solo oggi
    • Gratis
    • 1 dicembre 2020
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Kate Moss, Naomi Campbell, Rihanna e Ravenna: al Mar i grandi scatti di Paolo Roversi

    • dal 10 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Prosegue la mostra "Tesori ritrovati. Il banchetto da Bisanzio a Ravenna"

    • dal 12 giugno al 20 dicembre 2020
    • Museo Classis Ravenna - Classe
  • Forza e introspezione nelle ceramiche di Lidia Mietti

    • solo oggi
    • Gratis
    • 1 dicembre 2020
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RavennaToday è in caricamento