rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Eventi

Il Natale di Ravenna tra gospel, videomapping, pista di ghiaccio e capanni: "Atmosfera festosa come sempre"

Fissate le date di accensione dell'albero e dell'apertura della pista di pattinaggio. Un Natale che conferma la formula degli anni precedenti: "Vogliamo mantenere intatto il clima di festa"

Un Natale in cerca di conferme a Ravenna. Capanni natalizi, pista di ghiaccio, concerti gospel, Ravenna in Luce, spettacoli e villaggio di Advs. Il programma natalizio ravennate sfida la crisi e i rincari cercando di non rinunciare all'atmosfera di festa. Una festa che si aprirà ufficialmente il 3 dicembre, con l'accensione delle luminarie e dell'albero di Natale in piazza del Popolo alle 17, ma che verrà anticipato anche quest'anno dall'apertura della pista di ghiaccio Jfk on Ice, fissata per il 26 novembre.

Mantenere il clima di festa e la calda atmosfera del Natale: questo è l'obiettivo dell'amministrazione ravennate per le prossime festività. Tornano quindi i concerti gospel di Christmas Soul, i videomapping, i Capannni del Natale e altre iniziative ormai note in città. Ravenna non rinuncia alle luci del Natale, rinnovate con la collaborazione degli esercenti, e lo stesso ragionamento è stato effettuato per la pista di ghiaccio in piazza Kennedy, elemento di forte aggregazione per il centro storico nel periodo natalizio.

“L’obiettivo – dichiarano gli assessori allo Sviluppo economico Annagiulia Randi e al Turismo Giacomo Costantini – è quello di creare la consueta festosa atmosfera natalizia. Per questo, vista la particolare situazione del periodo, l’Amministrazione comunale ha ritenuto opportuno impegnarsi ulteriormente per rendere adeguatamente illuminato tutto il centro storico, al di là di quanto già previsto dai reciproci impegni dell’accordo che si rinnova annualmente con Spasso in Ravenna. Inoltre il tratto identitario che la città ha assunto grazie a “Ravenna in Luce” torna anche quest’anno, in piazza San Francesco, con la videoproiezione “La Luce delle Parole”. Non mancheranno lo spirito di festa e intrattenimento grazie ai concerti di “Christmas Soul” e alle altre attività previste per rendere magico questo periodo dell’anno sia per i cittadini che per i turisti che visiteranno la nostra città durante il periodo delle feste”.

Albero di Natale, luminarie e videomapping

L’albero di Natale è stato donato dalla città di Andalo e sarà allestito con 250 elementi dorati a specchio che renderanno luminoso l’addobbo anche nelle ore diurne. L’illuminazione sarà con luci a basso consumo, con orari ridotti rispetto al passato. L’allestimento è stato possibile grazie alla collaborazione di una cordata di sponsor coordinata da Samarcanda che comprende La Cassa di Ravenna, Bros Manifatture, Lions Bisanzio, Punto mobile e TBT2 ai quali si aggiunge l’associazione Ravenna centro storico. L’omaggio dell’albero è frutto dell’ormai trentennale legame con la città trentina grazie all’organizzazione dei consueti soggiorni estivi del gruppo Amare Ravenna; l’abete era inserito in un intervento di abbattimento programmato da parte del Comune di Andalo.

Con la collaborazione del comitato Spasso in Ravenna, le vie della città saranno illuminate, sempre dal 3 dicembre alle 17, dalle luminarie natalizie, anche in questo caso a orario ridotto per contenere i consumi energetici. Luminarie che quest'anno vengono completamente rinnovate con l'utilizzo di led di ultima generazione. Rimangono come simbolo cittadino i fiori di Galla Placidia. Orari ridotti per le luci, ma maggior luminosità, tutto nel segno dell'efficienza energetica. Come specificato dal comitato Spasso in Ravenna i "circa 3 chilometri di luminarie consumano 6 kilowattora e saranno anche più luminose degli anni scorsi".

E nelle vie Corrado Ricci e Mazzini ci saranno e installazioni luminose “La luce delle parole”, con sedici endecasillabi tratti dalla Divina Commedia. Gli stessi endecasillabi saranno protagonisti della rassegna “Ravenna in luce”, con videoproiezione architetturale sulla basilica di San Francesco in omaggio a Dante, dal 17 dicembre all’8 gennaio dalle 18.30 alle 22. Riconfermato lo spettacolo già offerto l'anno scorso del concept and director Andrea Bernabini e del visual artist Matteo Bevilacqua. Il videomapping rimane quindi uno dei tratti distintivi del Natale ravennate.

Christmas Soul

La forza prorompente della gospel music tornerà ad arricchire le Feste con “Christmas Soul”, il festival natalizio a cura di Spiagge Soul e Ravenna Manifestazioni, con il supporto del Comune di Ravenna. Tre i concerti in piazza del Popolo: mercoledì 28 dicembre alle 18 si esibiranno i Goodwind & The Spiritual Gang, giovedì 29 dicembre alle 18 i Gospel Soul Celebration e sabato 31 dicembre alle 23 sarà salutato il nuovo anno con Brent Jones & TP Unit Choir. Domenica 1 gennaio, come di consueto, è in programma il concerto di Capodanno al teatro Alighieri, alle 11.30, con Nate Martin & Sign (USA). Inoltre sono in programma dei concerti di soul al Mercato Coperto.

La pista di ghiaccio “Jfk on ice” 

E poi ancora la pista di ghiaccio “Jfk on ice” in piazza Kennedy, dove dal 26 novembre al 22 gennaio si potrà volteggiare. Dal punto di vista ambientale, l’iniziativa permetterà di contenere il consumo energetico grazie all’utilizzo di un nuovo impianto che permetterà di operare ad una temperatura di - 8° C a differenza del precedente che operava ad una temperatura di -12°; l’impianto di formazione del ghiaccio, funzionante in fascia notturna, non sarà attivato qualora la temperatura esterna dovesse superare i 10° C. Inoltre i gestori si sono impegnati a piantare alberi per compensare l’impatto ambientale della pista.

Capanni del Natale

Dal 3 dicembre all’8 gennaio saranno presenti in piazza del Popolo i Capanni del Natale, dalle 10.30 alle 14.30 e dalle 16 alle 20, con prolungamento orario per Capodanno. Si tratta di capanni della tradizione balneare popolare degli anni Cinquanta e Sessanta rivisitati e addobbati in chiave natalizia.

Mostre, presepi e altre iniziative

Durante il mese di dicembre, in via Zirardini, sarà visibile una nuova mostra a cielo aperto di manifesti artistici dedicata al sito Unesco di Ravenna, in occasione del 50° anniversario della convenzione Unesco sul patrimonio mondiale. Un confronto tra le immagini d’epoca degli archivi della Classense e quelle attuali degli otto monumenti.

Al Mar l’arte contemporanea e quella antica si incontrano e si influenzano reciprocamente nella mostra “Prodigy Kid. Francesco Cavaliere - Leonardo Pivi”, visibile fino all’8 gennaio. In programma appuntamenti di visita guidata il sabato e la domenica alle 16.30 e Genitori e Bambini al Museo il sabato alle 16 (info e prenotazioni tel. 0544.482477, prenotazionimar@ravennantica.org www.ravennantica.it). Aperture festive: 8 dicembre, 26 dicembre, 1 gennaio e 6 gennaio.  Aperture speciali: 2 gennaio dalle 9 alle 18.

Palazzo Rasponi dalle Teste ospita invece una serie di esposizioni inaugurate durante la VII Biennale di Mosaico Contemporaneo, visibili fino all’8 gennaio. Nel piano nobile è possibile visitare “Opere dal Mondo”, la tradizionale mostra - concorso a cura di Aimc (Associazione internazionale mosaicisti contemporanei) e la mostra “Sergio Cicognani. Pittore del Mosaico”. Sempre negli spazi del palazzo seicentesco si trovano due installazioni di Francesca Pasquali e Sara Vasini, una sezione della mostra “LATO Sensu – Declinazioni del mosaico contemporaneo”. Il sodalizio tra Ravenna e Faenza è testimoniato dall’installazione di Oscar Dominguez dal titolo “Solaris”, dove gli elementi primordiali di terra e fuoco sono l’espressione dell’attuale ricerca dell’artista sui materiali ceramici.

In Classense sono in programma due mostre: “Giocosa Ibrida”, nella Manica Lunga, dal 21 novembre al 7 gennaio (inaugurazione il 21 novembre alle 19), a cura di Lucertola Ludens in collaborazione con Istituzione Biblioteca Classense. La mostra è dedicata al tema della cultura del gioco, con l’esposizione a più voci di giochi autocostruiti, inventati o riscoperti nelle tradizioni popolari: alcuni esemplari della Collezione dei giochi a stampa della Classense costituiranno lo spunto da cui partire per inventare altri divertimenti e altri mondi nel segno della fantasia e del diritto al gioco per tutti i bambini. Prima dell'inaugurazione si terrà l'incontro “Diritti in gioco”, sul tema del diritto al gioco (sala Muratori, 21 novembre alle 17).

Nel Corridoio Grande invece sarà allestita la mostra “Emma Calderini: storie di lana, seta e crinoline. Disegni e volumi di una costumista ravennate tra teatro, cinema e tv”, visitabile dal 17 dicembre (inaugurazione alle 17.30) al 18 febbraio. Emma Calderini, artista ravennate, ebbe grande successo come costumista e storica del costume tra gli anni Trenta e Sessanta. Ettore Romagnoli, Anton Giulio Bragaglia, Sandro Bolchi, solo per citarne alcuni, la scelsero come collaboratrice per i propri spettacoli teatrali, cinematografici o televisivi ma la sua opera di maggior fama resta il volume “Il costume popolare in Italia”. Sarà esposto il nucleo di quarantuno disegni autografi, conservati in Classense e raffiguranti costumi storici, per la prima volta esposti al pubblico.

Dal 3 dicembre al 7 gennaio a Casa Dante (via Da Polenta 4) sono in programma cinque laboratori creativi dedicati al mosaico e alla grafica, rivolti ai bambini dai 5 agli 11 anni (inizio alle 15.30). L’iniziativa è organizzata da Fondazione RavennAntica in collaborazione con il Comune di Ravenna, l’Istituzione Biblioteca Classense e la Regione Emilia-Romagna.

Anche il museo NatuRa di Sant’Alberto festeggerà il Natale, con le iniziative “Natale Secondo NatuRa”, giunte ormai alla quindicesima edizione. Tantissime le proposte in programma, sia outdoor che indoor, per grandi e piccini.

Tra i tanti appuntamenti si segnala l’animazione in piazza San Francesco a cura di Advs per tutto il periodo natalizio (8 dicembre – 6 gennaio). E sabato 17 dicembre, alle 17.30 in piazza del Popolo sotto l’albero di Natale, si svolgerà “InCanto. La Teachers’ Band”, concerto del coro spontaneo di bimbi della scuola per l’infanzia Buon Pastore; ancora, il Gruppo folk Italiano alla Casadei della scuola di ballo Malpassi si esibirà in più appuntamenti lungo le vie del centro storico.

Le chiese e molti altri luoghi accoglieranno anche quest’anno tantissimi presepi, da quelli tradizionali a quelli più originali, mentre per le vie della città non mancheranno mercatini natalizi in cui trovare tante idee regalo, addobbi e prodotti enogastronomici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Natale di Ravenna tra gospel, videomapping, pista di ghiaccio e capanni: "Atmosfera festosa come sempre"

RavennaToday è in caricamento