rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Eventi Lugo

"Purtimiro": al Teatro Rossini il festival dedicato alla musica barocca

La direzione musicale è a cura di Rinaldo Alessandrini: dei dieci appuntamenti in cartellone, ne sarà interprete esattamente della metà

“Purtimiro”: titolo titolo più azzeccato non si poteva forse trovare per il nuovo festival di musica barocca in programma dal 3 al 30 dicembre 2016 al Teatro Rossini di Lugo (con due anteprime il 5 e il 12 novembre). Lo ha suggerito il suo ideatore e curatore, quel Rinaldo Alessandrini, clavicembalista, direttore e musicologo fra i più grandi di oggi, che di Monteverdi è considerato interprete di riferimento: di poche settimane fa la sua acclamata direzione dell'ultimo allestimento dell'opera “L'incoronazione di Poppea” al Teatro alla Scala, con Carmela Remigio protagonista.  E proprio in occasione dei trent'anni dal restauro in epoca moderna del Teatro Rossini di Lugo (ad opera del'architetto bolognese Pierluigi Cervellati), con la creazione del festival “Purtimiro” il teatro torna alla sua antica vocazione: quella della valorizzazione del teatro d'opera da camera barocco e settecentesco, come era stato con tanto successo durante i primi quindici anni della sua storia recente.

La direzione musicale è a cura di Rinaldo Alessandrini: dei dieci appuntamenti in cartellone, ne sarà interprete esattamente della metà. Romano, classe 1960, clavicembalista e leader di numerosi ensemble dedicati al repertorio rinascimentale e barocco, insieme al Concerto Italiano – gruppo da lui fondato – Rinaldo Alessandrini ha rivoluzionato l'interpretazione della musica vocale italiana del Seicento, ricevendo universale plauso da parte del pubblico e della critica di tutto il mondo. Eccolo ora impegnato per la prima volta nell'ideazione-direzione di un nuovo festival, che si svolgerà avvalendosi della consulenza artistica e organizzativa di Valerio Tura, con due anteprime in novembre: in tutto dieci eventi musicali per dodici serate, due opere barocche (Gli equivoci nel sembiante di Alessandro Scarlatti e La Serva padrona di Giovanni Paisiello) e altri otto concerti di alto livello artistico con musiche che vanno da Henry Purcell al primo Rossini passando per Monteverdi, Merula, Uccellini, Haendel, Porpora, Corelli, Vivaldi, Gassmann, Salieri, Mozart, Haydn. Oltre al Maestro Alessandrini nei panni di direttore e clavicembalista, saranno coinvolti anche altri campioni internazionali dell'interpretazione filologica: il complesso Concerto Italiano, l'Accademia Bizantina, il direttore-clavicembalista Ottavio Dantone, i cantanti Roberta Invernizzi, Sonia Prina, Monica Piccinini, Alena Dantcheva, Pietro Spagnoli, Luciano Di Pasquale, Silvia Frigato, i pianisti Richard Barker e Olivier Cavé.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Purtimiro": al Teatro Rossini il festival dedicato alla musica barocca

RavennaToday è in caricamento