Martedì, 18 Maggio 2021
Eventi

Ravenna si prepara all'invasione di marinai: un programma ricco di eventi

Il vicesindaco di Ravenna Giannantonio Mingozzi, che, nel ringraziare i Marinai d'Italia, ha sottolineato come questo sia "un evento che Ravenna non ha mairealizzato"

Presentato il programma del 19esimo “Raduno Nazionale dei Marinai d’Italia-La settimana del mare” che si terrà in vari luoghi della città e del territorio ravennate dal 1 al 10 maggio. Il vicesindaco di Ravenna Giannantonio Mingozzi, che, nel ringraziare i Marinai d’Italia, ha sottolineato come questo sia "un evento che Ravenna non ha mairealizzato, una vera impresa storica per la città. Grazie all’impegno dell’Anmi è previsto l’arrivo in città di 300 pullman, gli alberghi di Ravenna e del circondario si troveranno ad affrontare l’arrivo di 15/16mila presenze, arriveranno 500 gruppi da tutta Italia, ma anche dagli Stati Unit, dall’Australia e dalla Germania".

Ha chiosato Mingozzi: "Il lavoro organizzativo del Raduno è stato enorme e occorre davvero ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a realizzarlo, come i tanti privati che hanno permesso il raggiungimento del budget o quelli, come gli esercenti di Piazza del Popolo, che rinunceranno all’attività esterna nel weekend del 9 e 10 maggio per permettere l’utilizzo della piazza da parte della grande sfilata di quei giorni. E naturalmente il ringraziamento va anche a Prefetto e Questore, che garantiranno la sicurezza pubblica in un periodo in cui a Ravenna arriveranno migliaia di persone».

Mingozzi  ha poi evidenziato come questo "non sia solo un raduno, ma anche un’occasione in cui la Marina Italiana presenta il suo valore economico, la sua potenzialità di posti di lavoro e l’offerta di servizi, il tutto abbinato con l’analisi storica che verrà illustrata in collaborazione con l’Università». L’ammiraglio Paolo Pagnottella, presidente nazionale dell’Anmi, ha ribadito che «l’evento non è un semplice raduno, i marinai sono un bene del Paese, un bene che ogni tanto sembra passare un po’ in sordina, e questa è l’occasione proprio per riportare l’attenzione, soprattutto dei giovani, sul fatto che questa nazione da sempre prospera sul mare".

"Ecco, quindi, anche il senso della settimana di iniziative che precederà il raduno vero e proprio, una settimana in cui vogliamo fare di Ravenna la capitale italiana del mare e far vedere che tipo di organizzazione siamo in grado di mettere in campo - ha aggiunto -. Sono lietissimo di annunciare domenica 10 maggio il raduno si concluderà alla presenza del Ministro della Difesa, Roberta Pinotti». Pagnottella ha ricordato, inoltre, che «Ravenna non è stata scelta per caso, ma per via del suo passato, del suo presente e soprattutto per l’organizzazione del futuro. In questa città, in contemporanea con l’apertura dell’Expo a Milano, noi realizziamo questo evento».

Molto soddisfatto è anche l'assessore alle Attività produttive del Comune di Ravenna, Massimo Cameliani, che ritiene l’evento «un’occasione per la produttività del sistema turistico e commerciale ravennate e per sottolineare l’importanza del mare per questa città. I Marinai d’Italia hanno il merito di valorizzare il potenziale del nostro mare". "E' un programma imponente, che coinvolge Ravenna nel suo insieme, con tantissimi eventi interdisciplinari, così come interdisciplinare può essere intesa l’economia della città - ha sottolineato il sindaco Fabrizio Matteucci -. Dieci giorni sono una vetrina importante, faccio appello ai cittadini affinché partecipino all’evento e accolgano con calore le migliaia di visitatori».

Il XIX “Raduno Nazionale dei Marinai d’Italia” si svolgerà in vari luoghi e avrà come base fissa la “Cittadella del mare” sulla testa della Darsena, dove ogni giorno saranno attivi stand gastronomici e si svolgeranno attività di vario genere. Nello specchio d’acqua verrà posizionato un pontone della Micoperi, che ospiterà il palco degli spettacoli. L’amplissimo programma – tutto a ingresso gratuito – comprende un centinaio di eventi: veleggiate, visite a diverse unità navali, una gara remiera, momenti congressuali (da ricordare i più importanti, come “Il porto e la base navale dell’impero. Il potere di Roma e del Mediterraneo”, le tavole rotonde sull’Archeologia industriale e sull’Economia ittica, il convegno sul distretto energetico di Ravenna), mostre e vari spettacoli, tra cui, in collaborazione con Ravenna Festival, “Tuoni sulla Marina”, che venerdì 8 maggio vedrà la Banda della Marina Militare unirsi ai 5 batteristi de La Drummeria, e il 4 maggio quello di Ivano Marescotti dedicato al lavoro al porto in collaborazione con portuali, ormeggiatori, piloti, rimorchiatori.

Un'attenzione particolare è dedicata alla gastronomia di mare, con il 3 maggio "Un mare di sapori", una tavola in onore del pesce azzurro, e il 6 maggio il concorso nazionale "Il miglior piatto di mare". Il 7 maggio l'isola del Giglio incontra Ravenna, con lo spettacolo "L'Arca di Noè" a cura della scuola San Vincenzo. E’ prevista anche, alla Cittadella  in capo alla Darsena, una street parade con due punti-discoteca diversi a cura di BBK e Matilda. E, infine, domenica 10 maggio la grande parata che dai Giardini pubblici transiterà in piazza del Popolo e via Mariani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravenna si prepara all'invasione di marinai: un programma ricco di eventi

RavennaToday è in caricamento