rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Eventi

Ravenna Antica celebra i 20 anni della Domus con un ciclo di conferenze

Una serie di appuntamenti programmati nell’ambito della settima edizione della Biennale del Mosaico Contemporaneo

Era il 30 ottobre 2002 quando la Domus dei Tappeti di Pietra - così denominata dallo storico dell’arte Federico Zeri, che quando vide per la prima volta le splendide pavimentazioni musive le definì “veri e propri tappeti di pietra” - aprì per la prima volta le porte al pubblico. Questa inaugurazione, avvenuta alla presenza dell’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, è stata solo la prima di una lunga serie per la Fondazione RavennAntica, che dalle sue origini ad oggi è passata alla gestione di ben 12 siti museali cittadini, di un laboratorio di restauro e del mosaico e di ben tre centri di didattica museale.

Per celebrare questa ricorrenza, nell’ambito della settima edizione della Biennale del Mosaico Contemporaneo, RavennAntica propone un ciclo di conferenze intitolato I 20 anni della Domus dei Tappeti di Pietra - I mosaici di Ravenna e di Classe tra passato e futuro, a cura del presidente Giuseppe Sassatelli. Gli incontri si svolgono presso la Sala Muratori della Biblioteca Classense e sono a ingresso libero.

Lunedì 10 ottobre, alle ore 18.00, la professoressa Isabella Baldini e la dottoressa Giovanna Montevecchi presentano La Domus dei Tappeti di Pietra: un’affascinante avventura archeologica. La scoperta della Domus è stato un evento di portata straordinaria per la nostra città. Si racconteranno i punti salienti di questa scoperta e si farà il punto sul progredire degli studi grazie alla collaborazione fra Fondazione RavennAntica, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Ravenna e Università degli Studi di Bologna.

Lunedì 17 ottobre, alle ore 17.30, il presidente di RavennAntica Giuseppe Sassatelli illustra Le due nuove sezioni del Museo Classis, “Abitare a Ravenna” e “Pregare a Ravenna”. Il Museo amplia la sua dotazione espositiva con due nuovi approfondimenti: la qualità e quantità dei materiali e dei molti mosaici esposti, rinvenuti nei notevoli rinvenimenti archeologici avvenuti nel territorio ravennate, documentano alcune delle più significative testimonianze di edifici di epoca romana e tardo romana sia civili che religiosi.

Lunedì 24 ottobre, alle ore 17.30, l’assessore all’Urbanistica Federica Del Conte, l’architetto Carlo Gasparrini (Responsabile del PUG) e l’architetto Andrea Mandara, allestitore del Museo Classis Ravenna affrontano il tema: La rigenerazione culturale di Classe e Ravenna nel Piano Urbanistico Generale (PUG). Il Piano Urbanistico Generale di Ravenna, strategie e visioni della rinnovata progettualità di un territorio, della sua cultura e della sua identità: ruolo, potenzialità e criticità della centralità strategica del “Distretto Archeologico – Monumentale e Culturale di Classe”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravenna Antica celebra i 20 anni della Domus con un ciclo di conferenze

RavennaToday è in caricamento