rotate-mobile
Eventi Cervia

Riparte da Cervia l'itinerario gourmet di 'Tramonto Divino': un tour gastronomico attraverso l'Emilia Romagna

Sarà nel borgo dei pescatori di Cervia il primo dei 7 appuntamenti estivi fra Riviera e città d’arte con sommelier e chef stellati per celebrare il binomio vino-cibo

Anche nel 2022 riparte Tramonto DiVino, il roadshow del gusto dell’Emilia-Romagna, che da 17 anni mette insieme vini e cibi a qualità certificata (Dop e Igp), cultura enogastronomica e turismo. E in 7 tappe, da luglio a settembre, porterà i grandi vini e i grandi cibi dell’Emilia-Romagna nelle più belle piazze della regione a disposizione di turisti e winelover.

Attori dello show enogastronomico un piccolo esercito di sommelier Ais, chef, addetti ai lavori, giornalisti, blogger e storyteller pronti a raccontare a gastronauti e winelover le perle del gusto messe a disposizione dai Consorzi e dalle cantine regionali. Tramonto DiVino torna infatti con una sfilata di eccellenze che in Emilia-Romagna significa 44 prodotti Dop e Igp, abbinati a 30 tipologie di vini a denominazioni fra Doc, Docg e Igt per un ammontare complessivo di quasi mille diverse etichette.

Le tappe

Primo appuntamento del roadshow a Cervia (22 luglio), nel borgo dei pescatori fra l’antica Torre San Michele e la darsena. Il 29 luglio bis marittimo con la storica tappa di Cesenatico, in Piazza spose Marinai, fra il mare e il porto leonardesco. E per completare il tour romagnolo, il 4 agosto grande serata a Forlimpopoli, nel giorno dell’anniversario di Pellegrino Artusi, padre della cucina italiana, con un inedito abbinamento con la cultura. Alla cena-degustazione di Tramonto DiVino è infatti abbinata l’anteprima del docufilm ‘Pupi Avati: la tavola racconta’ alla presenza dei fratelli Avati e del regista Pintaldi.

Dopo la pausa ferragostana, il settembre di Tramonto DiVino è tutto emiliano. Si comincia nelle terre del Lambrusco per valorizzare l’inimitabile bollicina rossa dell’Emilia, il 1 settembre nei territori di Modena o Reggio. Il 7 settembre è la volta di Ferrara che ospiterà la tappa di Tramonto DiVino, co-organizzata con la locale Strada dei vini e dei sapori, nella cornice green di piazza XXIV maggio… ed è subito Parma, nel borgo di Fontanellato (9 settembre) fra gli spalti e la corte della Rocca e la grande piazza che la circonda completamente. Ultima tappa a Piacenza (23 settembre) in Piazza Cavalli nell’ambito di ‘Piacenza è un mare di sapori’, la due giorni gourmet dedicata ai prodotti del territorio.

I vini in degustazione

In assaggio oltre 1.000 etichette divise nelle varie tappe: dalle Albana ai Sangiovese di Romagna, passando per i Pignoletto dei Colli Bolognesi, ai Lambruschi di Modena e Reggio, ai ferraresi vini delle sabbie, ai piacentini Gutturnio e Ortrugo e alle Malvasie condivise con i Colli di Parma, e ancora ai tanti uvaggi con gli internazionali, ai frizzanti e agli spumanti Metodo Classico, fino ai dolci e ai passiti. Vini raccontati e serviti da un’imponente schiera di sommelier in livrea, descritti nella guida Ais ‘Emilia Romagna da Bere e da Mangiare’ (PrimaPagina editore), consegnata a tutti gli intervenuti agli eventi come bussola per le degustazioni.

Prodotti certificati e preparazioni gourmet

Insieme ai vini, protagonisti saranno i prodotti regionali certificati, messi a disposizione dai Consorzi partner delle Dop e Igp regionali: i grandi salumi emiliani come il Prosciutto di Parma Dop, il Modena Dop, i Salumi Piacentini Dop, la profumatissima Mortadella Bologna Igp e brevi incursioni di altri salumi come il Salame Cacciatorino Dop, la Coppa di Parma Igp, il Salame Felino Igp… E poi, ancora, il re dei formaggi, il Parmigiano Reggiano Dop e lo Squacquerone di Romagna Dop, l’immancabile Piadina Romagnola Igp, le Pesche e Nettarine di Romagna, la Patata di Bologna Dop, gli Aceti Balsamici Tradizionali di Modena e Reggio e l’Aceto Igp di Modena, il Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP con i suoi preziosi tagli di carne di razza romagnola, e altre sorprese golose.

A spettacolarizzare i prodotti in degustazione una serie di show cooking condotti dai cuochi di CheftoChef emiliaromagnacuochi l’Associazione con il maggior numero di chef stellati emiliano-romagnoli. A loro il compito di confezionare i piatti gourmet in degustazione per il popolo di Tramonto DiVino, che partendo dai prodotti certificati, interpretino la grande cucina regionale, con incursioni a base di pesce azzurro dell’Adriatico o pasta fresca, nella migliore tradizione emiliano-romagnola.

Biglietti

Per operare una corretta selezione dei partecipanti all’evento, indirizzando ad una degustazione e ad un consumo consapevole dei vini e dei prodotti gastronomici regionali, è previsto un ticket d’ingresso fissato a 35 euro per le cene-degustazione e 25 euro gli eventi a ‘banco d’assaggio’.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riparte da Cervia l'itinerario gourmet di 'Tramonto Divino': un tour gastronomico attraverso l'Emilia Romagna

RavennaToday è in caricamento