rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Eventi Centro / Via di Roma

Scrittori, musicisti e artisti davanti a un caffè: "i Giovedì del Grinder"

Al Grinder Coffee Lab di Ravenna parte una nuova rassegna con ospiti e intellettuali del panorama locale da Giorgio Cassani a Daniele Torcellini, passando per i rapper Moder e Penombra

Al Grinder Coffee Lab di Via di Roma è stata presentata la rassegna culturale “I Giovedì del Grinder”, alla presenza del curatore Ivano Mazzani, e di Martina Nocella e Marco Incensi, proprietari del locale.
La rassegna, che gode del patrocinio del Comune di Ravenna e dell'Assessorato alla cultura, vede la collaborazione della Libreria Dante di Longo e raccoglie i protagonisti della vita culturale cittadina e alcuni autori di rilevanza nazionale.
L'intento è quello di mettere in dialogo vari linguaggi artistici, dalla fotografia all'arte musiva, dal teatro alla narrativa, passando per cinema, fumetto e musica in un contesto giovane e informale, nel quale gli spettatori potranno assistere agli eventi sorseggiando un buon caffè a tu per tu con gli autori.

Un totale di quindici incontri a ingresso libero che a partire dal 18 gennaio accompagnano a cadenza settimanale il panorama culturale di Ravenna fino al 26 aprile. Gli incontri iniziano alle ore 18.00.

Tanti i protagonisti de I Giovedì del Grinder. Accanto ad intellettuali nostrani, come Alberto Giorgio Cassani, Danilo Montanari, Marcello Landi, Alessandra Dragoni, Daniele Torcellini, Nevio Galeati, Paolo Bolzani e Maria Luisa Savorani, si alternano i protagonisti della scena artistica ravennate, come gli attori e registi Roberto Magnani (protagonista dell'unico incontro che si terrà di mercoledì), Eugenio Sideri, Gianfranco Tondini, i narratori Massimo Padua, Gianluca Morozzi, Stefano Bon (che dialogherà con la giornalista Roberta Bezzi) e Stefano Ravaglia, i musicisti Lanfranco Moder Vicari e Max Penombra, fino ad arrivare a giovani studiosi promettenti come Filippo Perri e personalità affermate a livello nazionale, come Davide Reviati e Matteo Marchesini, che chiude in grande la rassegna.

Il curatore Ivano Mazzani racconta la sua prima impressione del Grinder: "Mi ha colpito subito il suo stile, il fatto che sia frequentato da ragazzi molto giovani, di una generazione distante dalla mia. Ho pensato che su questo intreccio di vecchio e nuovo, che salva il passato con un occhio al futuro, si potesse costruire una bella rassegna. Assieme a Marco e Martina abbiamo voluto aprire una nuova porta per la cultura ravennate".

"L'idea della rassegna nasce da Ivano Mazzani - ha dichiarato Martina Nocella - che su consiglio di Iacopo Gardelli ci ha proposto di ospitare al Grinder una rassegna culturale. L'idea ci ha immediatamente entusiasmato. Fin da quando abbiamo aperto questa caffetteria nel cuore della città, nel 2016, non volevamo limitarci ad essere un bar, ma intendevamo ampliare i nostri orizzonti e dare spazio ad eventi culturali come questi".
Il Grinder, infatti, si è già "mosso" a livello culturale ospitando la mostra Ravenna 8 bit.

Il programma

Giovedì 18 gennaio
La ragazza che andò all’inferno (Castelvecchi Editore, 2017), romanzo di Stefano Bon che dialoga con Roberta Bezzi.

Giovedì 25 gennaio
Alessandra Dragoni (fotografa) presenta “Troppo sole per Antonioni”. Una ricerca per immagini di Ravenna nell’inverno del 1963-64.

Giovedì 1° febbraio
Alberto Giorgio Cassani (docente Accademia di Belle Arti di Venezia) presenta “Sbottonare Ravenna. Viaggiatori del Novecento nella nostra città”.

Mercoledì 7 febbraio
Maria Luisa Savorani (chef e insegnante), Roberto Magnani (attore del Teatro delle Albe) presentano “Creare un dialogo tra la natura del cibo e la persona”.

Giovedì 8 febbraio
Eugenio Sideri (regista), Lady Godiva Teatro, Enrico Caravita (attore) presentano “Orazione epica. Narrazione in forma di versi”.

Giovedì 15 febbraio
Daniele Torcellini, Luca Barberini, Giuseppe Donnaloia e Alessio Buttazzoni (Associazione Culturale Marte) presentano “Scena musiva, conversazione su mosaico e territori affini”.

Giovedì 22 febbraio
Art and the city. Ravenna contemporanea (Danilo Montanari Editore, 2018) di Danilo Montanari. Presente l’autore ed editore Danilo Montanari che dialoga con Marcello Landi (artista).

Giovedì 1° marzo
Nevio Galeati, Stefano Mazzesi, Massimo Padua, Vania Rivalta (Clown Bianco edizioni) presentano il thriller I Clown Bianchi. 13 storie d’autore (Clown Bianco Edizioni, 2017).

Giovedì 8 marzo
Ravenna disegnata. Disegni e testi illustrativi dei monumenti di Ravenna (Reclam Edizioni, 2016) di Paolo Bolzani (architetto e docente).

Giovedì 22 marzo 
Moder Lanfranco Vicari, Max Penombra Benini (rapper) presentano “Nelle pagine del rap (ovvero quello che abbiamo capito dell’hip hop)”.

Giovedì 29 marzo 
Gianfranco Tondini (performer) presenta “Gli incidenti di gioventù. Manuale di educazione morale per la salvezza fisica” tratto dalla racconta The Accidents of Youth (John Souter, London, 1819).

Giovedì 5 aprile
Chiaroscuri d’amore (Edizioni Leucotea, 2017) romanzo di Stefano Ravaglia. Dialoga con l’autore Gianluca Morozzi (scrittore).

Giovedì 12 aprile
Davide Reviati (fumettista) “Le parole e le immagini”. Dialoga con l’autore Iacopo Gardelli (giornalista).

Giovedì 19 aprile
Filippo Perri (film-maker) presenta “La rappresentazione della classe operaia nei film del Free Cinema inglese”.

Giovedì 26 aprile
False Coscienze. Tre parabole degli anni Zero (Bompiani, 2017), romanzo di Matteo Marchesini. Dialoga con l’autore Iacopo Gardelli (giornalista).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scrittori, musicisti e artisti davanti a un caffè: "i Giovedì del Grinder"

RavennaToday è in caricamento