Si cercano i ricordi di scuola per la mostra "Ti racconto una cosa"

L'invito rivolto a tutti è quello di partecipare con un oggetto che possa far rivivere i tempi della scuola del passato

L’Ecomuseo del Sale e del Mare di Cervia organizza l’annuale mostra partecipativa “Ti racconto una cosa…”, che nella sua nuova edizione avrà come filo conduttore il primo giorno di scuola. Come per le edizioni precedenti, tutti sono invitati a partecipare in maniera attiva, per raccogliere emozioni e ricordi dell’intera comunità. La mostra sarà allestita nella suggestiva cornice dei Magazzini del Sale in occasione delle festività natalizie.

Come partecipare? L’invito dell’Ecomuseo è quello di dare in prestito alla mostra un oggetto che ricordi la scuola. "In questo periodo di massima allerta, in cui proprio la scuola è al centro dell’intera società non si può fare a meno di chiedersi come è stato vissuto il primo giorno di scuola. Come lo hanno affrontato i bambini e ragazzi che a settembre sono tornati sui banchi e come lo ricordano genitori e nonni che hanno vissuto epoche diverse. Riviviamo con voi la prima elementare oppure una prima classe che  vi ha toccato il cuore o magari l’università per adulti alla quale vi siete iscritti di recente. Rendiamo questa mostra indimenticabile ed una speranza per tutti i ragazzi che sono sui banchi. Della mostra verrà prodotto un catalogo che sarà donato a tutti i partecipanti".
 
Gli oggetti possono essere consegnati all’Ufficio Iat alla Torre San Michele, fino a domenica 8 novembre;  saranno poi riconsegnati al termine della mostra. L’Ufficio Iat di Cervia è aperto tutti i giorni: dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle 16.00, domenica e festivi dalle ore 11.00 alle 17.00. Per maggiori info: 0544/974400 (IAT Cervia), ecomuseocervia@comunecervia.it
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento