"Lost", le opere di Silvia Papas

Lost è il titolo della mostra personale che l'artista Silvia Papas presenta a Cervia, al Magazzino del Sale Torre, dall'1 al 17 marzo.

Questo nuovo ciclo sviluppato fra Stati Uniti ed Europa, dove abitualmente soggiorna, nasce dall'interesse di Papas verso il tema della natura, resasi conto che l'essere umano ha iniziato a sentire/capire la necessità di essa per liberarsi della giungla delle città, dove caos, traffico e inquinamento avvelenano le vite. In una società da "copertina", distante dalla realtà, il mondo, gli uomini, hanno la necessità di ritrovare equilibrio e armonia. Il vuoto e la freddezza delle immagini dei lavori precedenti, "le città, caotiche e piene di traffico", tanto care all'artista, contrapposte al bisogno reale di spazi aperti, di respirare pulito, di umanità. La perdita del senso della misura, dello smarrimento dei valori fino allo spaesamento che si sta vivendo nella mancanza di valori o esempi da seguire, lasciano spazio a lavori in una ricerca di sintonia con la terra e il verde, ultimo baluardo di una vita futura. Tutto questo Silvia Papas tenta di mettere in risalto con le opere visibili alla mostra cervese. La mostra presenterà opere pittoriche degli ultimi anni; l’avanguardia lucente di una società destabilizzata dal proprio benessere con le contrapposizioni ideologiche germinate nell’emarginazione. La frenesia della vita contemporanea nelle grandi città, le sue strade aggredite da auto e motociclette scintillanti, il caos della folla, fanno da sfondo al manifestarsi di figure che non smarriscono tuttavia la propria facoltà di affascinare, fino, ai recentissimi lavori che prendono spunto da quella natura maltrattata, calpestata e usata dal genere umano. Figure che danno vita a rappresentazioni, esaltando la ritmica delle stesure cromatiche.

L’opera della pittrice italiana è amata e apprezzata in varie parti del mondo, oltre all'Italia, da Gallerie e Musei che espongono i suoi lavori in Paesi come Spagna, nord Europa, Grecia, e Stati Uniti. Seguita con sempre crescente interesse da pubblico, collezionisti, importanti operatori del settore e della critica specializzata internazionale. Silvia Papas rappresenta con senso critico il periodo nel quale vive, non tralasciando mai il punto di vista femminile.

Vernissage: 1 marzo ore 20.30.  Orari feriali: 10-13 / 15-19. Festivi e domenica: 10-19

Ingresso libero.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • In mostra i "Sogni nel cassetto" di Laura Pagliai

    • Gratis
    • dal 8 gennaio al 28 febbraio 2021
    • Bottega Matteotti
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Un trekking dei sapori sui colli romagnoli: un itinerario con soste gourmet

    • dal 6 al 28 febbraio 2021
    • ritrovo all’agriturismo La Sabbiona - Oriolo dei Fichi
  • Incontro a Dante: tanti tour in centro per omaggiare il Sommo Poeta

    • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2021
  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento