Simone Montedoro protagonista nello spettacolo di solidarietà a favore dell’ospedale

Il Teatro Alighieri, una commedia divertente, un gesto di solidarietà a favore dell’ospedale di Ravenna: sono gli elementi della serata organizzata dalla Fondazione Lucè di Ravenna, dal 2003 impegnata per migliorare la vita dei malati di cancro e le loro famiglie.

L’appuntamento, patrocinato dal Comune, è per il 25 marzo, alle 21, al Teatro Alighieri con lo spettacolo “La casa di famiglia”. Tra gli attori Simone Montedoro, che molti conoscono nei panni di Giulio Tommasi nella serie tv Don Matteo o che hanno visto nel programma Ballando con le stelle, e Luca Angeletti, volto televisivo noto per la serie Tutti pazzi per amore e Che Dio ci aiuti. A loro si affiancano Laura Ruocco, Toni Fornani, Roberto Mantovani e Noemi Sferlazza, mentre la regia è di Augusto Fornari. La commedia racconta la storia di quattro fratelli molto diversi tra loro, Giacinto, Oreste, Alex e Fanny, alle prese con la vendita della casa dove sono cresciuti, vuota da due anni perché il padre è in coma. Un evento inaspettato rimescola le carte e riserva tante sorprese e colpi di scena divertenti, rivelando anche emozioni e sentimenti in cui tutti possono identificarsi. Dalla stessa commedia è stato tratto un film uscito nelle sale italiane nel novembre 2017.

Lo spettacolo è l’occasione per raccogliere fondi per l’acquisto di un ecotomografo da donare al Centro di prevenzione oncologica dell’ospedale di Ravenna che consentirà diagnosi sempre più precise e tempestive per la prevenzione dei tumori al seno. Ogni anno il Cpo effettua ben 18mila mammografie e screening.

Per informazioni e acquisto dei biglietti (27 euro intero e 20 euro ridotti) rivolgersi a:
Fondazione Lucè 366 4916411, Biglietteria Teatro Alighieri 0544 249244 (dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 e giovedì dalle 16 alle 18)

Prevendita online: www.teatroalighieri.org

Già in passato la Fondazione Lucè ha proposto serate a teatro, concerti e altri eventi proprio per offrire il proprio sostegno nell’ambito sanitario e sono diversi i progetti realizzati. Ad esempio a Ravenna in collaborazione con l’Ausl è stato realizzato nel 2010 il servizio di Pronta disponibilità infermieristica, operativo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 e disponibile per l’intera provincia. Nel marzo 2015 è stato acquistato il dispositivo medico che attua la Scrambler Therapy efficace per combattere i dolori persistenti. L’apparecchio è operativo presso l’Hospice Villa Adalgisa. La Scrambler Therapy è un metodo innovativo nel trattamento del dolore cronico, quando le terapie tradizionali non hanno prodotto effetti. L’accesso è possibile a chiunque dopo aver consultato il proprio medico di famiglia e per informazioni è possibile chiamare il 370 3192705.

A Milano nel 2006 è stato creato presso l’Istituto Europeo di Oncologia un Call Centre medico che risponde alle problematiche insorte nei pazienti dopo la dimissione dall’istituto. A Roma sarà realizzato un Call Centre simile a quello di Milano presso il Dipartimento di senologia del Policlinico Gemelli.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • La Festa della Donna si celebra con una primula

    • 8 marzo 2021
    • Centro Commerciale Le Cicogne
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento