Syusy Blady porta in Romagna l'ironico docufilm su Matilde di Canossa

A quasi 1000 anni dalla morte e 450 dalla sua sepoltura in San Pietro, Matilde di Canossa risorge e sbarca al cinema  attraverso un film originale e ironico, La Signora Matilde. Gossip dal Medioevo, che dimostra come, già nel Medioevo, una donna forte e determinata potesse essere una influencer in grado di dettare mode e lanciare prodotti anche senza alcun bisogno di frequentare corsi di laurea o master. 

Esperta di social media strategy, trend setter, donna manager, food blogger e tanto altro: Syusy Blady racconta una Matilde di Canossa totalmente inedita e incredibilmente attuale. Il docufilm dei registi Marco Melluso e Diego Schiavo e interpretato da Syusy Blady e Luciano Manzalini arriva a Faenza, ospite della rassegna Balconi & Cortili, giovedì 3 settembre ore 21,00 a Palazzo Pasi Zanelli in Corso Mazzini.

La Signora Matilde è una docummedia – in cui gli elementi del documentario si fondono con la finzione narrativa, elementi di grafica, citazioni cinematografiche, richiami alla musica pop e al linguaggio dei social network. Syusy Blady, nelle vesti di una eccentrica appassionata di griffe, guida lo spettatore in un viaggio attraverso lo spazio ed il tempo. Attorno a lei, come un folletto, si muove Luciano Manzalini, che si diverte ad interpretare numerosi e buffi personaggi.

Durante la visione, si scopre quanto Matilde e il suo tempo siano vicini all’oggi. La lotta per le investiture è presentata come uno scontro tra potenti multinazionali, la “Papato SpA” e la “SacroRomanoImpero”; lo scacchiere di rocche matildiche è Tweeter del Medioevo e le complesse vicende familiari sembrano la trama di una puntata qualunque di Game of Thrones.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cinema, potrebbe interessarti

I più visti

  • Dall’antica Ficocle al boom turistico: tre tappe per conoscere la storia di Cervia

    • Gratis
    • dal 12 al 26 aprile 2021
    • online
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • In vetrina la storia delle macchine da scrivere: una splendida collezione ravennate

    • Gratis
    • dal 16 al 27 aprile 2021
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento