rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Teatro Faenza

Teatro, presentata la nuova stagione del 'Masini' di Faenza

Reduce da una fortunata stagione che ha visto un generale incremento del numero di abbonati di ogni sua rassegna e con il cartellone estivo appena concluso, il teatro è già pronto ad aprire il sipario

Reduce da una fortunata Stagione che ha visto un generale incremento del numero di abbonati di ogni sua rassegna e con il cartellone estivo appena concluso, senza soluzione di continuità il TEATRO MASINI di FAENZA è già pronto ad aprire il sipario sulla prossima Stagione Teatrale 2011/2012, organizzata dall’Amministrazione Comunale ed Accademia Perduta/Romagna Teatri che proseguono per il diciassettesimo anno consecutivo la loro proficua collaborazione.

Una Stagione che, per eccellenza e varietà, conferma il prestigio culturale del Teatro faentino in un ambito non solo locale.

La Stagione Teatrale 2011/2012 del Masini è realizzata con il prezioso contributo della FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI RAVENNA che – come afferma il VicePresidente Romano Argnani – “sostiene la Cultura a Faenza fin dall’anno 2000 e il Teatro Masini in particolare dal 2009 con grande soddisfazione per i continui successi che il Teatro Manfredo, Stagione dopo Stagione, registra. Per l’anno 2011/12 l’intervento della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna sfiora i 200.000 euro”. Completano la rosa degli sponsor: TAMPIERI Financial Group e S.F.E.R.A. – Farmacie Comunali Faenza, Imola, Medicina.

La nuova Stagione del Teatro Masini sarà principalmente caratterizzata dalla particolarità esclusiva di avere in programma molti “debutti nazionali” e da una serie di importanti novità. Sarà naturalmente confermata la scelta artistica di offrire al numeroso pubblico del Masini uno sguardo quanto più ampio possibile sui tanti e diversi linguaggi che il teatro può oggi vantare.


Accanto alle tradizionali rassegne di Prosa, Comico, Favole, Teatro Scuola, Danza e Operetta, la Stagione 2011/12 porterà al Masini un nuovissimo progetto speciale, “Protagonisti”, votato ad ampliare l’offerta artistica del Teatro manfredo ad espressioni artistiche estremamente particolari che diventino, per il pubblico, vere e proprie “esperienze”, portate in scena da artisti che ‘protagonisti’ lo sono di fatto: Paolo Rossi con Happening Pop di Delirio Organizzato; il “mentalista” Francesco Tesei con Mind Juggler; Corrado Augias con O patria… Leopardi e l’Italia e Ivano Marescotti con Nessun attore può venire da Bagnacavallo.

La Stagione di Prosa, con le sue accurate e particolari proposte, vedrà alternarsi sul palcoscenico faentino un’ampia carrellata di nomi molto amati dal pubblico italiano, protagonisti di allestimenti che spazieranno da testi ‘classici’ (Shakespeare, Pirandello) ad autori più contemporanei, da divertenti commedie brillanti ad emozionanti registri drammatici. L’apertura della Stagione sarà affidata alla “prima nazionale” del ri-allestimento 2011/2012 di Il piacere dell’onestà di Luigi Pirandello che avrà per protagonista Leo Gullotta; il Teatro Masini avrà poi l’onore di ospitare le prove e “l’anteprima” del nuovo spettacolo di Angela Finocchiaro, Open day di Walter Fontana, in cui la grande attrice reciterà a fianco di un interprete sensibile ed ironico come Michele Di Mauro. La bravissima Compagnia Attori & Tecnici sarà poi protagonista del giallo Trappola per topi, tratto da uno dei più famosi romanzi di Agatha Christie. “Prima nazionale” anche per L’apparenza inganna, divertente commedia degli equivoci interpretata da Maurizio Micheli e Tullio Solenghi che ne firma anche la regia. Glauco Mauri e Roberto Sturno, già tante volte applauditi sul palcoscenico del Masini, porteranno poi a Faenza la loro ultima fatica: Quello che prende gli schiaffi di Leonid Nikolaevič Andreev. Lo spettacolo successivo sarà un grande classico shakespeariano: Otello, portato in scena dal grande Massimo Dapporto insieme a Maurizio Donadoni e Lucia Lavia. A chiudere il cartellone sarà Tutto su mia madre, adattamento per il palcoscenico del celeberrimo capolavoro cinematografico di Pedro Almodovar, che avrà per protagonista una squadra di eccellenti interpreti capitanata da Elisabetta Pozzi, Alvia Reale ed Eva Robin’s.


La seguitissima rassegna di Teatro Comico proporrà un cartellone che unirà leggerezza, intrattenimento ed intelligenza con nomi del calibro di Alessandro Bergonzoni e il suo monologo Urge; Vito che, insieme a Marina Pitta e agli attori dell’Associazione Arte e Salute, porterà in scena Al dutåur di mât tratto da Il medico dei pazzi di Eduardo Scarpetta; Duilio Pizzocchi sarà poi protagonista di Vernice fresca, una carrellata di tutti i suoi più celebri personaggi, per poi lasciare il palco a I Mancio e Stigma, vera e propria rivelazione delle ultime edizioni di Zelig con la loro esilarante parodia dei “giovani emo”.


Per i bambini e le loro famiglie non mancheranno i tradizionali e sempre più seguiti appuntamenti della domenica pomeriggio con le Favole. Il primo sarà con I tre porcellini, produzione storica della compagnia Tanti Cosi Progetti, interpretato da Danilo Conti e Antonella Piroli. Seguiranno il celebre Teatrino dei Burattini di Luzzati e Cereseto di Genova con Gli incredibili viaggi di Mr. Gulliver, la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani con Pigiami e la compagnia Il Baule Volante con Il sogno di Tartaruga, tratto da un’antica fiaba africana. Il cartellone delle Favole, per la prima volta, proporrà poi uno spettacolo serale che andrà in scena come fuori abbonamento: Cuore del Teatro Due Mondi, pièce diretta da Alberto Grilli e tratta dall’omonimo romanzo di Edmondo De Amicis con il quale il Masini celebrerà insieme al suo giovane pubblico il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Sempre per i bambini verrà poi programmata un’ampia rassegna di Teatro Scuola che andrà in scena nelle mattine feriali, proponendo un ventaglio di proposte adatto agli studenti di ogni età, ordine e grado del comprensorio faentino e che sarà presentata in una separata sede.

Un’importante novità riguarderà poi il cartellone di Operetta: contrariamente alle Stagioni precedenti, gli spettacoli saranno rappresentati in un unico turno, la domenica pomeriggio alle ore 16, che permetterà una maggiore ‘flessibilità’ nell’organizzazione del Masini, con la possibilità di portare in scena un sempre maggior numero di spettacoli. Per quanto riguarda il cartellone, la Compagnia Corrado Abbati sarà per due volte protagonista del palcoscenico faentino con Il paese dei campanelli e Can Can, mentre la Compagnia Italiana di Operette proporrà La principessa della Czardas..
La rassegna di Danza sarà inaugurata dal balletto classico Il lago dei cigni di Tchaikovskji, nell’interpretazione della celebre e prestigiosa formazione del Slovak National Theatre. Seguiranno l’amatissimo Raffaele Paganini, protagonista dell’opera musicale Un americano a Parigi di George Gershwin, e la Compagnia Mvula Sungani e la danzatrice Emanuela Bianchini con Italia, la mia Africa, spettacolo presentato come “la danza del nuovo millennio”! Fuori abbonamento, il Teatro Masini ospiterà poi un evento di assoluti esclusività e prestigio: il Galà internazionale della danza, ideato ed organizzato da Luna Ronchi, direttrice della DSC – Dance Studio Company di Faenza. Lo spettacolo vedrà esibirsi danzatori e formazioni di chiara ed indiscussa fama a livello internazionale.

Ma la vera e più importante novità della Stagione 2011/12 sarà l’inedita rassegna Protagonisti con la quale, come già accennato, s’intende orientare lo sguardo verso alcune delle più interessanti esperienze del linguaggio teatrale contemporaneo in un’ottica di ampliamento dell’offerta culturale che il Teatro Masini si pregia di proporre ogni anno al suo numeroso pubblico. Il compito di alzare il sipario su questo nuovo cartellone spetterà a Paolo Rossi con il suo Happening di Delirio Organizzato. Seguirà il ‘mentalista’ Francesco Tesei con Mind Juggler, uno spettacolo molto difficile da spiegare ma che può essere riassunto come “una serata alla scoperta delle magie dell’inconscio e della comunicazione”. Corrado Augias sarà poi autore ed interprete di O Patria… Leopardi e l’Italia, seguito da Ivano Marescotti in Nessun attore può venire da Bagnacavallo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro, presentata la nuova stagione del 'Masini' di Faenza

RavennaToday è in caricamento