Torna a Cervia il Festival delle Arti. Artisti, concerti e laboratori sul porto canale

Si ispira all’Inferno di Dante la 16^ edizione del Festival delle Arti di Cervia che trasforma il Porto canale della città in un grande atelier a cielo aperto. Circa 60 artisti da tutta Italia si danno appuntamento per lavorare “in diretta” e coinvolgere il pubblico tra performance, laboratori per bambini e concerti.

Tre giorni dedicati alle arti visive (23 24-25- giugno, dalle ore 21 alle 23.30) e ai diversi talenti artistici, nella bellissima cornice del Piazzale dei salinari, sul Porto Canale di Cervia. 60 sono gli artisti convocati anche quest’anno per il consueto appuntamento estivo del Festival delle Arti che da 16 anni anima le prime sere d’estate cervesi, nell'ultimo fine settimana di giugno. Le opere che gli artisti creeranno durante le tre serate saranno oggetto poi di una mostra nei Magazzini del sale di Cervia a ottobre.

Tema di quest’anno è l’Inferno di Dante a cui gli artisti presenti devono ispirarsi, un filo rosso che anticipa la riflessione delle prossime edizioni che troveranno invece ispirazione nei canti del Paradiso e del Purgatorio dando spazio ai versi del Sommo Poeta.

Organizzato dall’Associazione Culturale “Il Cerbero”, in collaborazione con il Comune di Cervia, la manifestazione crea sullo specchio d’acqua su cui si riflette il Magazzino del Sale, una magica atmosfera resa fiabesca dalla cornice e dall’attività artistica dei creativi al lavoro. Una location suggestiva che per l’occasione viene letteralmente occupata in ogni angolo da pittori, scultori, mosaicisti, ma anche cinema, teatro, musica e letture.
Grazie alla semplicità della formula che vede gli artisti creare “in diretta”, all’entusiasmo di chi assiste, alla complicità dei primi caldi estivi, la “tre giorni” dedicata alle arti visive in strada è diventata, per turisti e residenti, una delle feste popolari più attese. 

Tra gli artisti presenti: Paola Alboni, Maddalena Alessandrini, Paolo Ancarani, Cinzia Baccarini, Alexandra Denise Baglio, Massimo Baldini, Irene Balducci, Irene Belladonna, Marcella Belletti, Davide Caprili, Barbara Casabianca, Luisella Ceredi, Cristian Cimatti,  Roberta Dallara, Letizia Di Bartolomeo, Massimo Di Bartolomeo, Emilio Di Pasquantonio, Emilio Eddone, Elena Fabbri, Elisa Fabbri, Fausto Ferri, Isabellangela Germinario, Jonathan Giordani, Nives Guazzarini, Claudio Irmi, Romina Lapertosa, Susanna Lega Gabriele Lombardi, Mauro Magri, Giampiero Maldini, Mascia Margotti, Simone Mescolini, Silvia Olimbo, Fabrizio Pavolucci, Greta Pirri, Paolo Placci, Dina Polidori, Gregorio Prada Castillo, Eufemia Rampi, Laura Rondinini, Sergio Sansoni, Barbara Spazzoli, Gloria Tabanelli, Paola Tassinari, Yuri Tosi, Roberto Zucchi.

Per i più piccoli sono allestiti dei laboratori per bambini che hanno un successo di pubblico incredibile. S’impara la pittura con Luciano Medri, Giampiero Maldini e Claudio Irmi e le tecniche dell’incisione attraverso la realizzazione di multipli d’autore con Fabrizio Paolucci. Si manipola la creta con Nives Guazzarini e s’impara l’arte del mosaico con Cinzia Montanari; laboratorio di origami a tema dantesco con Gregorio Prada Castillo.

Sempre molto ricco il programma del Festival che ospita ogni sera (ore 21) anche musicisti, contastorie e personaggi noti. 

Il 23 giugno in concerto il trio forlivese acoustic-folk Etilisti noti, dal 2012 si esibiscono in Romagna portando un po' di folk qua e là. La voce è di Annalisa Licata con Filippo Barucci alla chitarra acustica mentre Arlo Zenzani è violino e chitarra classica. Tante le influenze italiane, da Fabrizio De Andrè ai Modena City Ramblers, ma anche quelle d'oltreoceano che spaziano dall'immortale Johnny Cash alle irresistibili melodie Irlandesi.

Il 24 giugno torna sul palcoscenico del festival il collettivo Jean Fabry che presenta RIDO'n'DANTE vagabondaggio musicale semiserio nella vita moderna. Jean Fabry sono: Antonio Baruzzi, voce e chitarra, Davide “Marlo" Bassi, voce e strumenti di recupero, Paolo Pappi alle tastiere.

Il 25 giugno chiude il festival il gruppo acustico “Il Cane Saggio”.  Nato in provincia di Ravenna nell'estate del 2016 e composto da Moreno Naldoni, Mimmo Russo ed Emanuele Samorì. Il collettivo vuole riportare in vita una tradizione musicale ormai lontana dai modi attuali di fare musica. Ritrovare la spontaneità della parola e del gesto musicale nell'espressione degli stati d'animo più diversi. 

L’iniziativa è realizzata grazie al contributo del comune di Cervia, Club del sole Idroesxpert, Ifa, Nadep.
L'ingresso è gratuito. In caso di maltempo l'evento viene sospeso.
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Cervia ricorda i caduti nel 76esimo anniversario della Liberazione

    • Gratis
    • 25 aprile 2021
    • Piazza Garibaldi
  • Fiori, alberi e manifesti per onorare i caduti della Liberazione

    • Gratis
    • 25 aprile 2021
    • sedi varie - vedi programma

I più visti

  • Dall’antica Ficocle al boom turistico: tre tappe per conoscere la storia di Cervia

    • Gratis
    • dal 12 al 26 aprile 2021
    • online
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • In vetrina la storia delle macchine da scrivere: una splendida collezione ravennate

    • Gratis
    • dal 16 al 27 aprile 2021
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento