Eventi Brisighella

Torna il simposio tra le pietre di Luna: ospiti Cecchi Paone, Marescotti, Mingardi e Baldini

Saranno quattro serate di musica, racconti, poesia, arte e natura a caratterizzare la terza edizione del festival diretto da Raffaello Bellavista

Ritorna con un programma d'eccezione il festival "I suoni e  le parole... Un simposio informale tra le pietre di Luna" nelle cornici più suggestive di Brisighella. La formula è ormai nota: esposizione di opere d'arte, concerti di ottima musica, interviste a personalità di spicco e spettacoli di teatro, in una location bella che si esalta al calar del Sole. Saranno quattro serate di musica, racconti, poesia, arte e natura a caratterizzare la terza edizione del festival sotto la direzione artistica del maestro Raffaello Bellavista. Peculiarità del simposio informale è l’alternanza tra esecuzioni musicali e interventi di letterati e divulgatori.

Programma

Si parte venerdì 23 luglio con Alessandro Cecchi Paone alle ore 21, nella conca dorata dell’Anfiteatro Spada-Brisighella. Il tema conduttore della serata riprende alcuni studi recenti in base ai quali sul nostro pianeta, abituato alle estinzioni, è stata identificata una nuova specie che si sta insediando silenziosamente nelle nostre case, non è l'ennesimo virus o un nuovo organismo giunto dall'iperspazio, si tratta dei “nativi digitali”, i bambini nati dopo la rivoluzione Internet. Numerosi studi confermano che la loro intelligenza è diversa: il digitale sta permeando le nostre vite come un fluido invisibile.

Si prosegue venerdì 30 luglio con Ivano Marescotti e Franco Costantini -ore 21 Parco del Convento dell'Osservanza di Brisighella. Il famoso attore e il noto poeta interpretano a modo loro La Divina Commedia in vernacolo.

Dopo Ferragosto si riprende il 27 agosto con Andrea Mingardi e il suo gruppo: ore 21 nell’Anfiteatro Spada-  di Brisighella. Sarà una vera e propria festa per celebrare il ritorno del grande artista, precursore del Rhythm & Blues italiano e  del rock demenziale. Interprete e autore  di grandi canzoni per Mina e altri mostri sacri.

Infine il Festival si chiude poeticamente con la prosa e l’affabulazione di Eraldo Baldini il 2 settembre,    ore 21, nell’Anfiteatro Spada. "In bocca al lupo! Viva il lupo?". Il noto storico e antropologo Eraldo Baldini presenterà “Uomini e lupi in Romagna e dintorni”(ed. Il Ponte Vecchio) scritto a quattro mani con il divulgatore Marco Galaverni.

benini-bellavista-spada-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna il simposio tra le pietre di Luna: ospiti Cecchi Paone, Marescotti, Mingardi e Baldini

RavennaToday è in caricamento