Un ricordo del grande aviatore. La mostra “I nostri avi al Museo Baracca”

  • Dove
    Museo Baracca
    Indirizzo non disponibile
    Lugo
  • Quando
    Dal 19/06/2019 al 28/07/2019
    dal martedì alla domenica dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19
  • Prezzo
    2,50 euro
  • Altre Informazioni

Prendono il via le celebrazioni per il 101esimo anniversario della morte di Francesco Baracca. Nella mattina di mercoledì 19 giugno è stata infatti inaugurata al museo “Francesco Baracca” di Lugo la mostra “I nostri avi al Museo Baracca”. Al taglio del nastro erano presenti il sindaco di Lugo Davide Ranalli, il vicesindaco del Comune di Lugo Pasquale Montalti, il direttore del museo Giovanni Barberini, il conservatore del museo “Francesco Baracca” Mauro Antonellini e il presidente dell’Unuci Lugo Renzo Preda.

“Abbiamo voluto celebrare l’anniversario della morte di Francesco Baracca con una mostra che permette ai cittadini di rivivere uno spaccato della realtà lughese di 101 anni fa – ha dichiarato Davide Ranalli -. Entrando al Museo Baracca i lughesi potranno immergersi nell’atmosfera respirata durante i funerali di Baracca e ritrovare i ricordi della propria famiglia grazie al libro delle firme raccolte nel 1918. Un altro modo per testimoniare l’importanza che la storia e i ricordi hanno nella nostra vita. Ringrazio il direttore del museo Giovanni Barberini e il conservatore del museo Mauro Antonellini per questa bellissima mostra e Renzo Preda e La Squadriglia del Grifo per l’apprezzato dono che ci ha fatto oggi”.

La mostra espone una copia fotostatica del libro delle firme raccolte durante il funerale del 1918, in modo che ognuno possa trovare le firme dei propri avi. Inoltre i visitatori possono ammirare, nel salone d’ingresso del museo, il quadro del pittore Bedeschi che raffigura Francesco Baracca in alta uniforme, e la raffigurazione del Cavallino Rampante.
Inoltre, in occasione dell’inaugurazione, l’Unuci Lugo e La Squadriglia del Grifo hanno donato all’Amministrazione comunale, l’Albo d’Onore contenente le oltre tremila firme dei visitatori che dal 2 al 24 giugno 2018 hanno reso omaggio al sarcofago di Francesco Baracca nell’oratorio di Sant’Onofrio in Lugo, dove era ospitata anche la mostra fotografica sui funerali del 30 giugno 1918. 

Il libro esposto nella mostra, che raccoglie oltre 4200 firme, è un importante e interessante documento perché costituisce uno spaccato della società lughese di cento anni fa. Accanto alle firme di semplici cittadini vi sono quelle delle autorità civili, militari, del prefetto, dei sindaci delle città vicine, degli onorevoli venuti dalla Capitale, degli aviatori delle squadriglie francesi sul fronte italiano e degli americani da poco arrivati in Italia. Si notano decine di cognomi non locali: sono i profughi friulani e veneti accolti nella nostra città che resero omaggio a un eroe che aveva combattuto ed era morto anche per liberare le loro terre. Molti di loro dopo avere scritto nome e cognome aggiunsero “profugo”; una donna si firmò “profuga riconoscentissima”. 

L’esposizione rimane allestita fino al 7 luglio; il museo Baracca è aperto dal martedì alla domenica dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19. L’ingresso costa 2,50 euro (ridotto 1,50 euro; giovani fino a 20 anni ingresso gratuito).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Si celebra il centenario di Giulio Ruffini con la mostra "L’epica popolare e l’inganno della modernità"

    • Gratis
    • dal 18 febbraio al 2 maggio 2021
    • Museo Civico delle Cappuccine

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • La Festa della Donna si celebra con una primula

    • 8 marzo 2021
    • Centro Commerciale Le Cicogne
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento