Una mostra che nasce dal cuore: le fantastiche bambole di Roberta Cicognani

La Cassa di Ravenna, nell’ambito delle iniziative di valorizzazione del collezionismo privato, ospita presso le proprie vetrine del “Private Banking” di Ravenna in Piazza del Popolo 30, fino al 15 dicembre, una nuova esposizione di bambole italiane, abbigliate in parte con vestiti originali e in parte con vestiti rinnovati, del periodo 1960-80, di proprietà della collezionista ravennate Roberta Cicognani.

Da bambina Roberta Cicognani ha sempre amato le bambole, i loro volti e le loro espressioni, e i loro abitini. Provenendo da una famiglia di umili origini la presenza di giocattoli in casa non era frequente, possedeva un’unica bambolina che dovette poi regalare ad un’altra bambina. Finalmente all’età di dieci anni, la mamma della sua amica del cuore gli comprò una Barbie. Da quel momento la sua fantasia e manualità emersero, così iniziando a ideare modelli e cucire vestitini. 

Diventata mamma ha iniziato ad acquistare le Barbie ed altre bambole. Col passare del tempo la “comunità” delle Barbie ha superato i cinquecento esemplari, ma la sua vera passione è costituita dalle bambole italiane che vanno dagli anni Sessanta agli anni Ottanta. Una collezione, quella di Roberta Cicognani, che esula da considerazioni di carattere economico e non insegue determinati marchi di produzione, ma è semplicemente il frutto del suo gusto personale e di una passione che nasce dal cuore.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • Si celebra il centenario di Giulio Ruffini con la mostra "L’epica popolare e l’inganno della modernità"

    • Gratis
    • dal 18 febbraio al 2 maggio 2021
    • Museo Civico delle Cappuccine

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • "Inclusa est flamma" e "Figure per Gianni Rodari", due mostre alla Classense

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 17 luglio 2021
    • Biblioteca Classense
  • Tra Dante e le icone della moda nello "Studio Luce" di Paolo Roversi

    • dal 4 febbraio al 2 maggio 2021
    • Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna
  • La Festa della Donna si celebra con una primula

    • 8 marzo 2021
    • Centro Commerciale Le Cicogne
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento