Una passeggiata alle origini di Cervia

L’Associazione  Festa e l’Ecomuseo del Sale e del Mare aprono la stagione invernale con una Passeggiata Patrimoniale nuova e altamente suggestiva: “Alla scoperta di Cervia Vecchia!”

Insieme a Oscar Turroni, presidente del Gruppo Civiltà Salinara e all’archeologo Marco Cavalazzi, dell’Università di Bologna si vanno a scoprire le origini della città, in un percorso utile ad individuare l’ipotetica posizione dei vecchi edifici come i magazzini del sale, l’antica rocca, la piazza o la chiesa, tutte strutture smontate e ricostruite nell’attuale Cervia.

L’antica città, abbandonata perché non più in grado di garantire agli abitanti dell’epoca una condizione igienico sanitaria ottimale, ha dunque lasciato il posto all’attuale Cervia, la città di fondazione voluta da Papa Innocenzo XII che, nel 1697, decise di firmare il Chirografo contenente l’ordine di smontare pietra per pietra Cervia Vecchia a favore della città attuale.

I partecipanti alla Passeggiata vengono catapultati in un viaggio nel tempo, guidato dalla voce diretta dei testimoni che raccontano lo stato attuale degli scavi, i reperti già catalogati e tante piccole curiosità su Cervia Vecchia.

L’appuntamento è per domenica 27 ottobre alle ore 10,30 all’ingresso del ristorante/locanda Dama delle Saline, Via Madonna della Neve 15.
La partecipazione è gratuita.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Turismo, potrebbe interessarti

I più visti

  • “L’ora che volge il disìo”: lettura perpetua della Divina Commedia

    • Gratis
    • dal 14 settembre 2020 al 31 marzo 2021
  • Un trekking dei sapori sui colli romagnoli: un itinerario con soste gourmet

    • dal 6 al 28 febbraio 2021
    • ritrovo all’agriturismo La Sabbiona - Oriolo dei Fichi
  • Incontro a Dante: tanti tour in centro per omaggiare il Sommo Poeta

    • dal 9 gennaio al 28 febbraio 2021
  • “Il filo che non vedo”, la figura di Tiziano Terzani raccontata dagli scatti di Alfredo Lando

    • Gratis
    • dal 13 al 28 febbraio 2021
    • spazio espositivo dell'Ufficio decentrato di via Berlinguer
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento