rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Eventi

"Una società per relazioni", riparte la rassegna contro la violenza sulle donne

La rassegna ravennate giunge all'ottava edizione. L'assessora: "L’obiettivo è promuovere la cultura del rispetto, dei diritti delle donne e della parità di genere contro ogni forma di discriminazione e di violenza"

Il 25 novembre si celebra la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, nell'occasione Ravenna propone la rassegna Una società per relazioni: strade alternative alla violenza, giunta alla ottava edizione e caratterizzata da tre settimane di eventi che si svolgeranno dal 10 novembre al 3 dicembre.

Gli appuntamenti prevedono incontri, arte, teatro, musica e libri, distribuiti in vari luoghi della città. Il cartellone di eventi è promosso dall’assessorato alle Politiche e cultura di genere, guidato dall’assessora Federica Moschini, in collaborazione con Villaggio globale, che fa da capofila a numerose altre associazioni.

“Anche quest’anno – afferma l’assessora Moschini – la rassegna si presenta ricca e densa di appuntamenti con l’obiettivo di promuovere la cultura del rispetto, dei diritti delle donne e della parità di genere contro ogni forma di discriminazione e di violenza. L’adesione sempre più numerosa e attiva delle associazioni nella proposta degli eventi ci rende orgogliosi e soddisfatti perché rafforza l’importanza e il messaggio della ricorrenza”.

Gli appuntamenti si aprono giovedì 10 novembre, alle 18.30, a palazzo Rasponi Dalle Teste con la presentazione del libro di Giandonato Disanto “Chiamiamoli vigliacchi”; martedì 15 novembre al teatro Rasi, dalle 18.30 alle 22.30, si terrà l’evento teatrale e musicale “Le regine del limite” a cura di Lady Godiva Teatro e Le Oltraggiose, in collaborazione con Spazio A e Ludus Vocalis Ragazzi; mercoledì 16 novembre, dalle 15 alle 18, nello spazio Agorà di Lido Adriano è previsto un laboratorio-percorso sui pregiudizi e sugli stereotipi di genere dedicato ai ragazzi e alle ragazze della scuola secondaria di primo grado, in programma anche mercoledì 23 e 30 novembre; l’evento è a cura di Cooperativa sociale Librazione - Servizio muoviti e Spazio sociale polivalente Agorà di Lido Adriano, Cnai Ravenna (Consociazione nazionale delle associazioni infermiere/i).

Sabato 19 novembre si svolgerà la manifestazione pubblica “Uomini in scarpe rosse: contro la violenza sulle donne”; un corteo partirà dai giardini Speyer alle 10.30 e sfilerà per il centro di Ravenna per dire NO alla violenza sulle donne, fermandosi davanti ad alcuni luoghi significativi e raggiungendo alle 11.30 piazza XX Settembre dove si terranno alcune letture seguite da una performance degli studenti del liceo scientifico Oriani. Le immagini del poster e del pieghevole dell’evento sono state realizzate dalle studentesse e studenti del Liceo Artistico Nervi-Severini.

Il calendario degli eventi prosegue con numerosi altri appuntamenti ed è reso possibile grazie all’impegno di tante realtà cittadine, che offrono punti di vista e nuovi strumenti culturali e che costituiscono una testimonianza di volontà e tenacia per l’affermazione della piena parità dei generi e del rispetto tra gli stessi. Il tema delle relazioni tra i generi sarà affrontato sotto molteplici aspetti e linguaggi, anche giuridici e sociologici, prevedendo incontri, laboratori teatrali, musica, con il coinvolgimento delle scuole e dei giovani.

Il lavoro con le scuole è molto importante e proficuo. Tramite letture, video, laboratori interattivi è possibile approfondire queste tematiche con uno sguardo ai luoghi dove i diritti delle bambine e delle ragazze sono negati. Alcuni eventi verranno proposti anche in modalità webinar, esperienza  acquisita in seguito all’emergenza sanitaria, che comunque si rivela molto utile per differenziare l’offerta di proposte e favorire una maggiore partecipazione. Sono previsti anche un percorso di formazione per operatori del settore e presentazione di libri tesi a stimolare riflessioni e mantenere viva l'attenzione sulla condizione delle donne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una società per relazioni", riparte la rassegna contro la violenza sulle donne

RavennaToday è in caricamento