"Vite da niente", il teatro interpreta la trasformazione del lavoro nell'economia digitale

Mercoledì 17 e giovedì 18 aprile va in scena all'Almagià, alle ore 21, lo spettacolo Vite da niente, scritto da Iacopo Gardelli e diretto da Lorenzo Carpinelli. Ingresso libero

Nata come strumento per arrotondare gli stipendi sempre più magri dopo la grande crisi economica del 2008, la gig economy è oggi una realtà lavorativa per migliaia di persone in tutta Italia.

L'ultimo rapporto INPS conta circa 750mila lavoratori impiegati dalle cosiddette “piattaforme”, strutture digitali capaci, grazie alla loro immensa potenza di calcolo, di abbinare la domanda e l'offerta lavorativa a livello planetario. È solo l'inizio di una nuova epoca, quella del capitalismo digitale, che rischia di erodere i diritti conquistati in anni di lotte politiche e sindacali.


Vite da niente racconta questa nuova trasformazione del mercato del lavoro. "Cesare Zavattini, in Umberto D., scriveva che “certe cose accadono perché non si sa la grammatica” - spiegano gli autori. - Questo spettacolo nasce per aprire gli occhi ai distratti e per ricordare alle nuove generazioni, analfabete dei propri diritti, questo monito".

"I più pessimisti dicevano che, con la rivoluzione informatica, i lavori come li conoscevamo sarebbero scomparsi. I più ottimisti ribattevano che ci saremmo arricchiti lavorando di meno. Avevano torto, tutti: il lavoro non è scomparso, anzi, è aumentato. Ma non ci siamo arricchiti - continuano. - Vite da niente ricorre agli strumenti del teatro per raccontare una trasformazione già avvenuta. Rappresenta sulla scena vite anonime, metafore del precariato contemporaneo e racconta avvenimenti verosimili – realmente accaduti, ma in modi diversi".

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Il grande teatro torna in scena con il festival Polis: da Ascanio Celestini a Elena Bucci

    • dal 11 al 16 maggio 2021
    • Teatro Alighieri
  • Il Teatro Masini riparte da "Va tutto bene", lo spensierato spettacolo di Max Giusti

    • dal 17 al 18 maggio 2021
    • Teatro Masini
  • Il Goldoni riapre con Gaia de Laurentiis e Ugo Dighero in "Alle cinque da me"

    • dal 19 al 20 maggio 2021
    • Teatro Goldoni

I più visti

  • “Aspettando Bell'Italia”: tornano in piazza le gustose tradizioni regionali

    • Gratis
    • dal 7 al 9 maggio 2021
    • Piazza della Libertà
  • Un itinerario in pineta sulle tracce del lupo

    • 9 maggio 2021
    • Fosso Ghiaia, pressi parco Primo Maggio
  • L'eterno fascino di piante e fiori si riscopre con le visite ai “Giardini segreti”

    • Gratis
    • dal 8 al 16 maggio 2021
    • sedi varie - vedi programma
  • A 30 anni dal mito: i cimeli che raccontano le imprese del “Moro di Venezia”

    • Gratis
    • dal 30 aprile al 11 maggio 2021
    • vetrine del “Private Banking” di Ravenna (ex Negozio Bubani)
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RavennaToday è in caricamento