WeekEnd

Ridi, ridi che c'è Gene Gnocchi: un weekend da scaldare con Schiaccianoci, città sognate e giochi d'arte

Un fine settimana freddo e per sognatori in cerca di risate: in attesa dei fiocchi di neve, si ride con Migone e Gene Gnocchi; si viaggia anche senza catene nelle bellissime città ideali di Isman, ci si scatena con il blues di Linda Valori

SCENDE LA NEVE, MA CHE FA
Gli eventi di venerdì, sabato e domenica saranno lambiti da candidi e romantici fiocchi, o molti improperi, a seconda del vostro punto di vista sul mondo: se vedete il bicchiere di vino mezzo pieno, o se vedete il bicchiere di neve mezzo pieno (come Florestano Vancini). Nel dubbio, i #consigli raccomandano di vuotarli entrambi, bevendo pianino e senza guidare.

LA DANZA CHE SCHIACCIA LE NOCI 
Se alle ragazze spesso manca il file per comprendere il "fuori gioco", la danza è ancora non del tutto apprezzata dalle platee maschili.
Confidando "nell'evoluzione della specie" che porterà le donne a indignarsi per gli errori arbitrali e gli uomini ad emozionarsi per un arabesque perfetto, consigliamo a tutti lo splendido Schiaccianoci di Amedeo Amodio in scena al Teatro Alighieri sabato e domenica. Il balletto in fondo è un gioco di squadra in cui non si perde mai, se il livello è alto, e anche se non ci sono le palle, in questo caso non mancano le noci con cui giocare. Con la fascia del capitano: Anbeta Toromani.

NOTTE BIANCA (MOLTO) PRIMA DEGLI ESAMI AL LICEO
Venerdì 13 (una combo che tra l'altro porta benissimo) è la Notte Bianca dei licei: Faenza (che - ribadiamolo - non fa mai senza) sferra il colpo maestro con il Liceo Ballardini e il suo programmone ricco di proposte tra teatro, reading e musica in cui spicca a presenza di una delle erre mosce più comiche dello showbiz: Gene Gnocchi, pronto a condividere i suoi ricordi di gioventù con la platea di ragazzi, professori ed ex studenti.

La notte dei Licei c'è anche a Lugo, dove l'indirizzo classico si unirà agli altri 367 istituti di tutta Italia, per un viaggio virtuale nella Britannia Romana, per arrivare all’esibizione degli alunni del laboratorio di teatro classico del liceo guidato da Roberta Xella, passando per l’elogio funebre di Francesco Baracca scritto da Gabriele D’Annunzio e il ricordo di Olindo Guerrini (in arte Lorenzo Stecchetti) di cui si è da poco celebrato l’anniversario“

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ridi, ridi che c'è Gene Gnocchi: un weekend da scaldare con Schiaccianoci, città sognate e giochi d'arte

RavennaToday è in caricamento