Un corso di formazione per diventare curatore d'arte

Dalla ricerca e selezione di artisti e location, alla realizzazione dell'allestimento, per attraversare la fase di promozione. Una conferenza per imparare il mestiere di curatore

Per chi ama l'arte in tutte le sue forme e desidera esprimerla al massimo delle sue potenzialità, un'oppurtunità di carriera potrebbe essere quella di diventare curatore d'arte. Ma non si tratta di un mestiere comune, perciò come si fa?

Innanzitutto occorre capire chi è il curatore d'arte. Il curatore d'arte è la figura che all'interno di una mostra ne sceglie i contenuti, ovvero le opere da esporre, seleziona la location più adatta a ospitare tale evento e predispone gli impianti espositivi interni. Inoltre individua le fonti di finanziamento e il budget per realizzare l'esposizione.

Come si imparano tutte queste cose? Un'occasione per scoprirlo arriva a Ravenna il 28 febbraio al Darsena Multispazio di via Magazzini Anteriori 57, grazie alla conferenza di Eugenio Santoro, titolare di MuseOrfeo HomeGallery (Bologna) già partner dell'Università di Bologna, dopo Roma, Napoli, Verona

A chi seguirà la conferenza su come si diventa curatori d'arte ed organizzatori di mostre ed eventi artistici verrà rilasciato un Attestato finale di frequenza e profitto. Vi sarà poi la possibilità (per chi lo vorrà) di curare una mostra collettiva.

La giornata full-immersion, è divisa in due parti.

La mattina (dalle 09.30 alle 12.30) si tratterà della organizzazione vera e propria:
-Organizzazione 1 (ricerca/selezione degli artisti e location, modalità di ricerca)
-Organizzazione 2 (allestimento, pianificazione, realizzazione)

Il pomeriggio (13.30-15.30) sarà dedicato invece a
-Divulgazione e pubblicità (rapporti coi media, social network, mailing list)
-Canali espositivi alternativi (HomeGallery, sale espositive, locali)

Per informazioni: museorfeo@gmail.com 349 2901981

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole d'eccellenza: la classifica degli istituti superiori ravennati

Torna su
RavennaToday è in caricamento