rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
RavennaToday

Giada tris nel trofeo delle Fiandre: e la Rinascita fa poker

Giada SANTUCCI si è messa in evidenza in Belgio nel Trofeo delle Fiandre aggiudicandosi ben tre gare nella penultima tappa di Coppa Europa battendo avversarie molto quotate provenienti da tutto il mondo, vittoria anche dell'allievo MATTEO CASADEI, intanto l'altro alfiere della Rinascita pattinaggio ALESSANDRO GHERARDI si prepara per il campionato del mondo correndo in Austria.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Nella provincia fiamminga di Ostenda, nel nord del Belgio si è disputato il Trofeo delle Fiandre, classica del calendario agonistico europeo e mondiale di pattinaggio corsa. Ques'anno questo trofeo era valevole come penultima tappa di Coppa Europa nonchè come prova premondiale dal momento che questo impianto sarà sede del prossimo campionato del mondo assoluto che si disputerà a partire da domani. La Rinascita di Ravenna vi ha preso parte con una mini delegazione di soli quattro atleti allenati e diretti da Stefano Rossini. Giada Santucci, sedicenne juniores ravennate si è aggiudicata con largo titolo ben tre ori e una medaglia di bronzo, mentre l'allievo Matteo Casadei ha ottenuto una medaglia di bronzo, una medaglia d'argento e l'oro nella 5000 metri a eliminazione.
Giada ha vinto la 10000 metri a punti, totalizzando più del doppio dei punti della sua diretta avversaria, l'americana Bocox, al termine di una gara molto avvincente che ha visto la ravennate tentare ripetutamente la fuga dal gruppo. Il giorno seguente Giada ha bissato il successo vincendo la 10000 metri a eliminazione, al termine di una lunga volata lanciata a meno tre giri dal termine e giungendo all'arrivo a braccia alzate con un discreto margine di vantaggio. L'ultima gara vinta dalla forte atleta bizantina è stata la 3000 metri in linea anche questa vinta per distacco. Il compagno di team Matteo Casadei ha vinto nella corsa a eliminazione, scattando quando mancavano circa 500 metri al traguardo e giungendo a braccia alzate in solitudine.
Benedetta Rossini forte sprinter ha confermato le sue doti di velocista nella 300 metri a cronometro, sfiorando il podio per pochi decimi di secondo, e accontentandosi comunque di un ottimo quarto posto, alle spalle delle più forti atlete del mondo. Benedetta e Giada hanno dimostrato tenacia e grinta anche correndo la mini maratona di 16km sotto pioggia battente, in un pericoloso e tortuoso percorso con pavè, ottenendo un lusinghiero quarto posto tra le juniores A per Benedetta e un undicesimo posto tra le juniores B per Giada.
L'allieva Chiara Rossini ha disputato tutte le prove relative alla sua categoria con il massimo dell'impegno, ottenendo molti buoni piazzamenti.
Grazie ai piazzamenti da loro ottenuti sia Matteo che Benedetta si piazzano al secondo posto nelle relative categorie nella classifica finale del Trofeo mentre Giada vince con largo margine di vantaggio sulle avversarie nella categoria Juniores b e si aggiudica anche il premio di miglior atleta del Gran Premio delle Fiandre di questa edizione.
Molto soddisfatto delle gare disputate dai suoi atleti l'allenatore Stefano Rossini che si dice pronto a partire alla volta di Seghedino in Ungheria per disputare la finalissima di Coppa Europa.
In Austria, a Strasburgo si è corsa la Skate The Ring Marathon e un altro portacolori romagnolo del team di Gianni Giugni si è ben comportato, infatti Alessandro Gherardi si è classificato al terzo posto al termine di una gara molto impegnativa che l'ha visto gareggiare da gregario per aiutare i compagni di team vittoriosi al traguardo. Alessandro grazie a questa partecipazione ha ottimizzato la sua preparazione in vista del prossimo impegno che lo vedrà partecipe al campionato del mondo in Belgio, proprio nella specialità della Maratona su una distanza di 42 km.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giada tris nel trofeo delle Fiandre: e la Rinascita fa poker

RavennaToday è in caricamento