rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
life

Bandiera blu anche nel 2016 per il litorale ravennate e cervese

L'iniziativa, giunta alla trentesima edizione, vede ancora sul podio la Liguria con 25 località premiate

Confermate anche per il 2016 le bandiere blu ai lidi ravennate e cervesi. Il riconoscimento internazionale assegnato dalla Foundation for Environmental Education (Fee) premia la qualità delle acque di balneazione ma anche il turismo sostenibile, l'attenta gestione dei rifiuti e la valorizzazione delle aree naturalistiche. Rispetto allo scorso anno, sono due in meno le bandiere blu delle quali si potrà fregiare l'Emilia-Romagna nel 2016. Gatteo Mare e San Mauro Pascoli non sono state confermate tra le località rivierasche di eccellenza. Potranno sfoggiare il vessillo Comacchio e i Lidi comacchiesi, Cesenatico, Misano Adriatico, Cattolica e Bellaria-Igea Marina. L'iniziativa, giunta alla trentesima edizione, vede ancora sul podio la Liguria con 25 località premiate.

Il premio istituito nel 1987 è alla sua 30esima edizione ed è stato consegnato a Roma.  Quella di quest’anno è la ventunesima Bandiera Blu per la riviera cervese, che conquista il prestigioso riconoscimento per il diciassettesimo anno consecutivo (dal 1999). Le altre tre bandiere blu sono arrivate a Cervia nel 1991, nel 1996 e nel 1997. L’assegnazione della Bandiera Blu avviene dopo una rigorosa e accurata selezione, attraverso l’esame comparato dei dati acquisiti ed elaborati direttamente dalla Fee-Italia relativi a qualità delle acque, qualità della costa, qualità dei servizi e misure di sicurezza, educazione ambientale.  Quest'anno sono 152 i comuni rivieraschi (cinque in più del 2015) per 293 spiagge complessive (280 l'anno scorso), mentre in Emilia Romagna sono stati premiati 7 comuni, due in meno rispetto lo scorso anno.

La Bandiera Blu 2016 ancora una volta premia la città di Cervia-Milano Marittima-Pinarella-Tagliata, località ai vertici del panorama nazionale, per la capacità di coniugare qualità ambientale e sviluppo del territorio,  per l’impegno nella salvaguardia e la tutela dell’ambiente e della natura, nonché per l’innalzamento della qualità dei servizi delle strutture turistiche. Infatti tra i criteri di giudizio per l’assegnazione della Bandiera Blu sono prioritari: la qualità delle acque di balneazione, l’informazione e l’educazione ambientale, la gestione ambientale, i servizi e la sicurezza. Tra gli indicatori figurano impianti di depurazione funzionanti; gestione dei rifiuti con particolare riguardo alla riduzione della produzione, alla raccolta differenziata e alla gestione dei rifiuti pericolosi; la cura dell'arredo urbano e delle spiagge; la possibilità di accesso al mare per tutti i fruitori senza limitazioni. 

"Ancora una volta siamo stati premiati per l’impegno nella salvaguardia del nostro territorio, nonché per la qualità dei servizi delle nostre strutture turistiche e ricettive - afferma il sindaco Luca Coffari -. Bandiera Blu è per noi una conferma, insieme ad altri riconoscimenti  fra i quali la recente Bandiera Verde e il posizionamento nella top ten di TripAdvisor, che le nostre località, particolarmente felici dal punto di vista ambientale, si sviluppano su una logica di accoglienza e di offerta di eccellenza. A Cervia tutto è da tempo improntato ad un costante rispetto ecologico, dalla raccolta differenziata dei rifiuti al risparmio idrico ed energetico. La Bandiera Blu 2016 è un importante marchio di qualità  di cui la città intera deve essere fiera ed è ancora una volta la conferma del risultato di uno sforzo comune e di un percorso realizzato congiuntamente tra pubblico e privato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandiera blu anche nel 2016 per il litorale ravennate e cervese

RavennaToday è in caricamento