rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
life Faenza

Faenza, i dati dello 'Sportello amianto': smaltite nel 2013 oltre 51 tonnellate di eternit

A carico dei cittadini per questi interventi di rimozione sono i soli costi dei dispositivi di sicurezza obbligatori, in quanto il ritiro e lo smaltimento vengono poi effettuati gratuitamente da Hera

Nel corso dell’anno 2013 attraverso lo “Sportello Amianto”, realizzato in collaborazione fra Comune di Faenza, Hera, Ausl e Arpa, i privati cittadini hanno rimosso correttamente 51,469 tonnellate di cemento-amianto (eternit) per uso domestico da 207 abitazioni. A carico dei cittadini per questi interventi di rimozione sono i soli costi dei dispositivi di sicurezza obbligatori, in quanto il ritiro e lo smaltimento vengono poi effettuati gratuitamente da Hera.

Dal 2014, per ricevere informazioni e avviare la procedura di rimozione, i cittadini possono recarsi all’Ufficio relazioni con il pubblico (Urp) del Comune di Faenza, in piazza Nenni 19, tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 13.30, il martedì e giovedì anche il pomeriggio dalle 14.30 alle 16.30. All’Urp i cittadini devono presentarsi muniti della bolletta servizio rifiuti urbani corrispondente all’abitazione dove è presente l’amianto da smaltire. Gli addetti al servizio aiutano i cittadini a compilare l’apposito modulo e provvedono a inoltrarlo all’Ausl.

Una volta ottenuta l’autorizzazione allo smaltimento, sarà cura dell’Urp avvisare il cittadino per il ritiro del modulo e comunicargli, contestualmente alla consegna dell’autorizzazione dell’Ausl, la data di ritiro del materiale. Per ulteriori informazioni rivolgersi all’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune di Faenza (piazza Nenni 19 - tel. 0546 691449/691444; mail: urp.informazioni@comune.faenza.ra.it) oppure all’Ausl – Dipartimento di Sanità Pubblica (via Zaccagnini 22 - tel. 0546 602503/602513/602515).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faenza, i dati dello 'Sportello amianto': smaltite nel 2013 oltre 51 tonnellate di eternit

RavennaToday è in caricamento