Riparte nei comuni della Bassa Romagna la lotta alle zanzare tigre

Un flacone è sufficiente per trattare i pozzetti di un intero immobile, quindi in caso di condomini o di bifamigliari è sufficiente che un unico referente ritiri il prodotto

Riparte anche quest’anno la lotta alla zanzara tigre nel territorio della Bassa Romagna. A partire dall'1 aprile inizia infatti la campagna di distribuzione del prodotto antilarvale in tutti e nove i comuni dell’Unione. La distribuzione verrà effettuata dagli operatori di Sireb (ditta di Modena che si è aggiudicata l'appalto per i servizi di disinfestazione), dalle associazioni di volontariato locali in alcuni Comuni, nelle piazze (con appositi banchetti), negli Urp e in alcuni quartieri con un servizio porta a porta.

È importante iniziare le attività di lotta alla zanzara tigre poiché con l'arrivo della primavera e l'innalzamento delle temperature questi insetti iniziano a proliferare. Le uova della zanzara tigre, deposte in autunno nei pozzetti e nelle caditoie o in altri contenitori nei quali ristagna acqua, riescono a superare l'inverno e con l'arrivo della primavera riprende il ciclo di vita, con la nascita delle prime larve. L'insetto, per riprodursi, predilige le piccole raccolte d'acqua che si trovano nei sottovasi, nei bidoni lasciati in cortile, nei pozzetti. È indispensabile la collaborazione dei singoli cittadini per contrastarne la proliferazione, in quanto gli interventi effettuati su suolo pubblico riguardano circa il 30% dei focolai (pozzetti su suolo pubblico) e il restante 70% è costituito dai pozzetti posti nelle abitazioni e nelle aree private, che devono essere trattati quindi dai proprietari.

Ogni cittadino poi, in ambito privato, deve provvedere alla rimozione di tutti i potenziali focolai larvali, cioè di tutti quei contenitori in cui può ristagnare l’acqua (sottovasi, recipienti di qualunque tipo, teli in plastica, giochi dei bambini nei quali può raccogliersi l'acqua piovana, eccetera) e al controllo dei focolai inamovibili, cioè quelli nei quali non può essere eliminata l’acqua, mediante la chiusura con coperchio ermetico (bidoni per l'orto), o con zanzariere o l’utilizzo di un adeguato prodotto larvicida. Il prodotto va utilizzato con cadenza mensile o settimanale a seconda se si utilizza un prodotto chimico o biologico e per tutta la stagione estiva fino al 31 ottobre assicurando la copertura del trattamento anche nei periodi di ferie; il trattamento nei pozzetti va ripetuto dopo ogni abbondante pioggia. Un flacone è sufficiente per trattare i pozzetti di un intero immobile, quindi in caso di condomini o di bifamigliari è sufficiente che un unico referente ritiri il prodotto. Inoltre, se il prodotto è ben conservato può essere utilizzato anche per diverse stagioni estive. 

La distribuzione del prodotto larvicida si svolgerà secondo il presente calendario: ad Alfonsine lunedì 2 maggio dalle 8.30 alle 12 in piazza della Resistenza (davanti all’entrata del Museo del Senio); per la frazione di Longastrino ci sarà la distribuzione congiunta con il Comune di Argenta, venerdì 29 aprile dalle 14 alle 16 in piazza del Popolo ad Argenta; nella frazione di Filo sempre il 29 aprile, dalle 14 alle 15.45, presso la delegazione comunale di Argenta. A Bagnacavallo banchetto sabato 23 aprile dalle 9 alle 12 presso l'ingresso del municipio. A Bagnara di Romagna a partire da lunedì 11 aprile ci sarà la consegna porta a porta a cura dei volontari dell’associazione GIVES, oppure sarà possibile il ritiro presso l’URP dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.15 e il sabato dalle 9 alle 11 (esclusi i giovedì e i festivi). A Conselice da mercoledì 13 aprile distribuzione porta a porta a cura dei volontari nei quartieri individuati dalla distribuzione storica e sabato 16 aprile dalle 10 alle 12 sarà allestito un banchetto presso il loggiato del municipio; nella frazione di Lavezzola consegna porta a porta dal 13 aprile a cura dei volontari del Centro Sociale Salami; nella frazione di San Patrizio il 16 aprile dalle 10 alle 12 banchetto presso le ex scuole elementari. A Cotignola venerdì 1 aprile dalle 9 alle 12 presso l’ingresso del municipio, e nella frazione di Barbiano martedì 5 aprile dalle 8.30 alle 10 davanti alla farmacia Mugellini. A Fusignano sabato 9 aprile distribuzione in piazza Corelli dalle 9 alle 12. A Lugo il prodotto sarà disponibile presso l’URP a partire da sabato 16 aprile; per le frazioni la distribuzione avverrà il 16 aprile e sarà così organizzata: per Zagonara, Villa San Martino e Malcantone presso il centro civico di Villa San Martino (ex scuole elementari) dalle 8.30 alle 9.30; per Ascensione, Ca’ di Lugo e Santa Maria in Fabriago presso il centro civico di Ca’ di Lugo dalle 10 alle 11; per San Lorenzo al centro civico dalle 11.30 alle 12.30; per San Potito al centro civico dalle 8.30 alle 9.30; per Bizzuno al centro civico dalle 10 alle 11; per le frazioni di Belricetto e San Bernardino presso il centro civico di San Bernardino dalle 11.30 alle 13; per Giovecca, Frascata e Passogatto nelle ex scuole elementari di Giovecca in via Ferrara, dalle 11.30 alle 12.30; per le frazioni di Voltana, Ciribella e Chiesanuova presso la delegazione di Voltana dalle 9 alle 11. A Massa Lombarda sabato 9 aprile dalle 9 alle 12 in piazza della Bocciofila; a Fruges il 16 aprile in Piazza 8 Marzo dalle ore 8,30 alle ore 11. A Sant’Agata sul Santerno distribuzione martedì 12 aprile dalle 9 alle 12 presso il portico della farmacia.

Quest’anno l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha organizzato due momenti formativi per i volontari che si occuperanno della distribuzione porta a porta del prodotto antilarvale per la lotta alla zanzara tigre. Il primo incontro si è tenuto giovedì 17 marzo al centro sociale “Maurelio Salami” di Lavezzola, mentre il secondo si è tenuto il 30 marzo alle 20.30 nella sede dell'associazione Gives di Bagnara di Romagna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come utilizzare il prodotto larvicida - Il prodotto deve essere immesso nelle caditoie di raccolta delle acque piovane e delle aree cortilive private e nei pozzetti delle grondaie e utilizzato fino al 31 ottobre, anche durante i periodi di ferie. È necessario ripetere il trattamento dopo ogni abbondante pioggia. Qualora i cittadini siano in difficoltà a realizzare questi trattamenti nei propri pozzetti privati è possibile rivolgersi a ditte specializzate oppure alla ditta Sireb, che è tenuta ad applicare i prezzi offerti in sede di gara. Se si desidera evitare la ripetizione dei trattamenti nei pozzetti è possibile utilizzare una zanzariera da posizionare molto accuratamente tra il tombino e la cornice di chiusura dello stesso, avendo attenzione che le zanzare non possano raggiungere in alcun modo l'acqua contenuta nel tombino; questa modalità è però vivamente sconsigliata se i pozzetti sono funzionali allo scolo di seminterrati. Anche le grondaie vanno mantenute pulite e libere da fogliame; le botti dell'orto vanno chiuse con coperchio ermetico o con una zanzariera integra e ben tesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, due positivi a scuola: quarantena per alunni e docenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento