Martedì, 19 Ottobre 2021
life Faenza

Faenza, alla scuola Marri è spuntato "L'orto Giò"

Lunedì è stato consegnato il ‘Kit dell’orto Giò’ alla scuola dell’infanzia Marri di Faenza, vincitrice del concorso ‘Il cibo giusto dal campo alla tavola’

Piccoli agricoltori e consumatori consapevoli crescono grazie al progetto di Educazione alla Campagna Amica promosso da Coldiretti Donne Impresa nelle scuole dell’infanzia e scuole primarie della provincia di Ravenna. Lunedì è stato consegnato il ‘Kit dell’orto Giò’ alla scuola dell’infanzia Marri di Faenza, vincitrice del concorso ‘Il cibo giusto dal campo alla tavola’, tema principale e fil rouge del progetto didattico per l’anno scolastico 2015-16 conclusosi nel maggio scorso con la grande festa andata in scena al Parco Tassinari.

Il progetto aveva consentito durante l’anno di far riflettere e lavorare gli studenti sul tema della biodiversità, scoprendo tipologie e caratteristiche di alcuni alimenti tipici del nostro territorio e sintetizzando nella "tavola" il momento non solo della nutrizione, ma anche della condivisione, dell'incontro, del dialogo, della tradizione e della cultura. Il primo premio, un kit per realizzare un vero e proprio orto scolastico, era stato assegnato all’opera ‘L’albero della vita’, ispirata ad Expo 2015 e realizzata dalla scuola per l’infanzia manfreda. Lunedì mattina, alla presenza del tutor dell’orto Coldiretti che ha dispensato utili consigli ai piccoli alunni, l’orto scolastico della Marri è divenuto realtà. Gli studenti, tra una risata e l’altra, ma sempre con grande attenzione, si sono trasformati in provetti agricoltori occupandosi della messa a dimora dell’orto e, in particolare, della semina autunnale delle piantine.

Da novembre Coldiretti Donne Impresa è pronta a tornare nelle scuole della provincia con un nuovo progetto e un nuovo obiettivo: far conoscere agli studenti paesaggio rurale e produzioni tipiche del nostro territorio. Da uno studio recente, infatti, è emerso che in regione, 2 cittadini su 3 (65%) hanno acquistato prodotti alimentari direttamente in azienda o ha frequentato almeno una volta un agriturismo. Il motivo della scelta, oltre a quello enogastronomico, deriva anche dal desiderio dei cittadini di scoprire il territorio con percorsi che toccano le bellezze del paesaggio regionale. È anche da questi dati che prende le mosse per l’anno scolastico 2016-2017 il nuovo programma di Educazione alla Campagna Amica battezzato “Paesaggio rurale e produzioni tipiche, le relazioni tra l’uomo, l’ambiente e l’agricoltura nel nostro territorio”. Nell’arco dell’anno, gli esperti di Coldiretti - imprenditori agricoli e titolari di fattorie didattiche - affiancheranno docenti e studenti in un affascinante percorso multidisciplinare, teorico e pratico, alla riscoperta del rapporto tra l’uomo e l’ambiente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faenza, alla scuola Marri è spuntato "L'orto Giò"

RavennaToday è in caricamento