Bagnacavallo, dopo la pausa estiva riapre il Podere Pantaleone

Il Pantaleone è aperto la domenica e i giorni festivi (lunedì 29 settembre compreso, festa del patrono di Bagnacavallo, San Michele) dalle 14.30 alle 18.30. Ingresso gratuito. È possibile effettuare visite guidate su appuntamento anche in altri giorni

Dopo la chiusura estiva e l'ottimo riscontro ottenuto dalle visite notturne primaverili di Natura nella notte - al loro diciottesimo anno e con oltre 1.200 persone partecipanti - riapre domenica il Podere Pantaleone di Bagnacavallo, che sarà poi visitabile fino al 2 ottobre. L’Area di riequilibrio ecologico Podere Pantaleone, divenuta nel 2006 anche Sito di importanza comunitaria, è una tra le piccole oasi meglio conosciute in regione per la sua ricchezza in biodiversità. In questo periodo è facile avvistare tra gli alberi e nel cielo sopra l’oasi vari esemplari di falchi sparvieri e lodolai. A terra, lungo i sentieri, si potranno notare varie spiumate di uccelli, i resti dei loro pasti.

Nei fine settimana del 24 e 25 settembre e 1 e 2 ottobre, dalle 15, si svolgeranno le collaudate visite guidate Il vino dal bosco alla cantina, sulle tracce delle storiche coltivazioni della vite. Dopo la visita al Pantaleone ci si trasferirà in una vicina azienda vitivinicola dove è stato ritrovato un antico vitigno romano e dove si potranno visitare i vigneti e assistere alla vendemmia. Si svolgeranno inoltre degustazioni di vini tipici e passiti particolari, accompagnati da prodotti del territorio, mentre per i bambini ci saranno succhi e frutta. Le visite, della durata circa due ore e mezzo, sono gratuite. Il ritrovo è all’entrata del Podere Pantaleone, la prenotazione è obbligatoria presso l’Ufficio Informazioni Turistiche della Bassa Romagna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'oasi naturalistica, situata nelle immediate vicinanze del centro storico di Bagnacavallo, lungo la via omonima, negli anni è divenuta luogo ideale per conservare e osservare una moltitudine di specie selvatiche rare di piante, fiori e animali. Ospita un grande campo di grano con oltre 25 fiori tipici dei vecchi seminativi come fiordaliso, specchio di Venere, gittaione, damigella scapigliata, speronella. Accanto a una gran varietà di arbusti sono poi presenti alberi di notevoli dimensioni e secolari. Si possono inoltre osservare animali di ogni tipo: il Podere ospita infatti numerosi anfibi, rettili, uccelli e mammiferi, e una moltitudine di insetti come molte libellule facili da avvistare fino a novembre nello stagno a loro dedicato. Le numerose realizzazioni che negli ultimi anni hanno arricchito il Podere rendono le visite ancora più piacevoli, soprattutto per i più piccoli. Il Pantaleone è aperto la domenica e i giorni festivi (lunedì 29 settembre compreso, festa del patrono di Bagnacavallo, San Michele) dalle 14.30 alle 18.30. Ingresso gratuito. È possibile effettuare visite guidate su appuntamento anche in altri giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento