rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
life Sant'Agata sul Santerno

Taglio del nastro ufficiale per la nuova stazione ecologica di Sant’Agata sul Santerno

La stazione ecologica sarà aperta il martedì dalle 8.30 alle 14.30, il venerdì dalle 8.30 alle 14.30 e il sabato dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.30

La nuova stazione ecologica realizzata da Hera nel Comune di Sant’Agata sul Santerno ha aperto ufficialmente i battenti sabato 6 alla presenza di cittadini, autorità, dirigenti Hera e degli studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado “Pascoli”. Si tratta del primo centro di raccolta presente sul territorio comunale,  il 22° nel ravennate e l’11° in Bassa Romagna. Soddisfazione da parte Andrea Bazzi, responsabile Centri di Raccolta del Gruppo Hera e di Enea Emiliani, sindaco di Sant’Agata sul Santerno:  “Finalmente anche S. Agata ha la sua isola ecologica, un ulteriore ed importante servizio per i nostri cittadini che potranno perseguire i valori di rispetto per l'ambiente coniugandoli con i benefici economici dati dalla scontistica applicata per la corretta raccolta differenziata. Ringrazio Hera per i lavori svolti e per l'attenzione mostrata nei confronti dell'Amministrazione comunale. Ringrazio l'allora sindaco ed oggi assessore Amadei, per aver voluto questa importante infrastruttura, presidio di civiltà e utile servizio per il nostro paese”.

La stazione ecologica di Via Marcora - La stazione ecologica si trova nella zona artigianale, in via Marcora. Realizzata con un investimento di 350mila euro, si estende su circa 2.100 metri quadrati di proprietà del Comune di Sant’Agata sul Santerno. L’area consentirà di recuperare moltissime tipologie di materiali come: carta e cartone; plastica-alluminio; vetro; legname; rottami ferrosi; toner e cartucce per stampanti; oli minerali e batterie di auto e moto; neon; inerti e macerie; piccoli e grandi elettrodomestici e molti altri rifiuti differenziati. L’orario di apertura, che non varierà tra estate e inverno, consentirà di accedere al centro anche durante la pausa pranzo, nel tardo pomeriggio e il sabato, per incontrare le esigenze di tutti i cittadini. La stazione ecologica sarà aperta il martedì dalle 8.30 alle 14.30, il venerdì dalle 8.30 alle 14.30 e il sabato dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.30.

In arrivo l’Area Self-Service: una soluzione innovativa per il territorio - Il nuovo centro di raccolta avrà, al proprio interno, una soluzione innovativa non presente in altri centri di raccolta del territorio. E’ infatti di prossima apertura, l’area self-service, a disposizione di tutti i cittadini e accessibile tutti i giorni 24 ore su 24, dove sarà possibile conferire carta e cartone, vetro, lattine e plastica. L’accesso all’area avverrà attraverso la lettura del codice a barre presente nella bolletta di igiene ambientale o nella tessera sanitaria. All’interno un’apposita pesa informatizzata consentirà di registrare i quantitativi conferiti per ottenere gli sconti sulla bolletta dei rifiuti.

Usare la stazione ecologica ti fa risparmiare - Tutti i clienti che conferiscono i rifiuti differenziati in stazione ecologica verrà riconosciuto uno sconto sulla tariffa rifiuti del valore di 0,15 euro per ogni kg conferito di carta/cartone, vetro/lattine, plastica, olio minerale, olio vegetale e batterie. In più ulteriori 4 euro per i conferimenti di ingombranti e rifiuti elettrici ed elettronici voluminosi, come da regolamento Atersir. Partecipare alla raccolta differenziata permette di ridurre l’importo della bolletta rifiuti: tutti gli sconti sono cumulabili fino ad un massimo pari alla quota variabile, che corrisponde ai 2/3 circa della bolletta di igiene ambientale.

L’andamento delle stazioni ecologiche nel ravennate - Le stazioni ecologiche sono spazi a disposizione di tutti i cittadini dove vengono raccolti in sicurezza rifiuti che, per natura o dimensione, non possono essere conferiti nei cassonetti stradali.  Si tratta di centri che integrano i sistemi tradizionali di raccolta rifiuti (domiciliare o con isole ecologiche stradali) e rappresentano una delle soluzioni ambientali più sostenibili e di minore impatto per la gestione e il recupero dei rifiuti urbani, molto gradita dagli utenti. Nel corso del 2013, infatti, le stazioni ecologiche presenti nel ravennate sono state utilizzate da circa 44.000 utenti, che hanno consentito di raccogliere oltre 38.200.000 Kg. di rifiuti differenziati. In particolare i centri di raccolta della Bassa Romagna, nel 2013, sono stati utilizzati da 16.300 utenti e hanno registrato oltre 13.500.000 Kg di rifiuti differenziati a fronte di oltre 118.000 conferimenti.

La raccolta differenziata in Bassa Romagna
Grazie alla sinergia tra servizi offerti e attenzione dei cittadini alle buone pratiche ambientali, nella Bassa Romagna negli ultimi anni la raccolta differenziata è cresciuta di un punto percentuale all’anno, raggiungendo il 61,9% nel 2013 contro una media nazionale ferma al 43,3%. Infatti delle circa 70.000 tonnellate di rifiuti raccolti, oltre 41.000 corrispondono a rifiuti differenziati. Si ricorda che gli sforzi dei cittadini nel fare la raccolta differenziata hanno permesso, nel 2013, di recuperare il 93,8% di verde, organico, carta, plastica, vetro, legno, metallo e ferro, come riportato nel report Hera “Sulle tracce dei rifiuti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio del nastro ufficiale per la nuova stazione ecologica di Sant’Agata sul Santerno

RavennaToday è in caricamento