rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Green Conselice

Porte aperte alle stazioni ecologiche della Bassa Romagna

Nel 2014 è stato recuperato il 94,3% di verde, organico, carta, plastica, vetro, legno, metallo e ferro, in crescita rispetto al 93,8% dell’anno precedente

Si svolge anche quest’anno la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti. L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, in collaborazione con il Gruppo Hera, aderisce all’iniziativa con un progetto dedicato alla raccolta differenziata nelle stazioni ecologiche. Da lunedì al 28 novembre, i cittadini che si recheranno nei centri di raccolta di Alfonsine, Bagnacavallo, Cotignola, Fusignano, Lugo, Massa Lombarda e S. Agata sul Santerno, riceveranno utili gadget per svolgere meglio la raccolta differenziata, a fronte del conferimento di un gruppo dei seguenti rifiuti: 10 chili di vetro/lattine, plastica, carta/cartone; 10 chili di rifiuti metallici; 2 litri d’olio alimentare; ubno o più elettrodomestici o batterie da auto.

Inoltre tutte le stazioni ecologiche di Alfonsine, Bagnacavallo, Cotignola, Conselice, Lavezzola Fusignano, Lugo, Massa Lombarda e S. Agata sul Santerno osserveranno un orario continuato d’apertura straordinario, sabato 28, dalle 8.30 alle 17.30. Domenica 29 saranno a disposzione dei cittadini i centri di raccolta di Massa Lombarda e quello di Bagnara di Romagna entrambi dalle 8.30 alle 12.30.  L’impegno dei cittadini nel fare la raccolta differenziata ha fatto registrare, nel 2014, circa 116.000 accessi alle stazioni ecologiche del lughese, a fronte dei quali sono stati conferiti circa 15.000.000 di kilogrammi di rifiuti differenziati, il peso equivale a quello di 93 balene. Nel tempo si sta verificando l’incremento dell’uso delle stazioni ecologiche. L’utilizzo di tali centri permette di ottenere la migliore qualità di materiale raccolto che può essere suddiviso in oltre 20 filiere diverse, per avviarlo al massimo recupero e riciclaggio nel modo più sostenibile.

"Queste iniziative contribuiscono a sensibilizzare i cittadini sul tema della riduzione dei rifiuti, della loro corretta differenziazione perché molto concretamente fanno capire che riciclare conviene a tutti, ed hanno un effetto ‘sconto’ sulla bolletta - ha dichiarato Paola Pula, sindaco referente per l’Ambiente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna -. La riduzione dei rifiuti, soprattutto dell'indifferenziato, da una parte e il recupero dall'altra sono traguardi importanti per la nostra società e per l'ambiente in cui viviamo. È per questo che l'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, in vista del nuovo bando per la gestione del servizio rifiuti, sta guardando con favore all'aumento della raccolta porta a porta e all'inserimento di calcoli per la bolletta basati sull'effettiva quantità di rifiuti prodotti".

Nel 2014 è stato recuperato il 94,3% di verde, organico, carta, plastica, vetro, legno, metallo e ferro, in crescita rispetto al 93,8% dell’anno precedente. Tutti i dati sono disponibili sul report di Hera “Sulle tracce dei Rifiuti”, on line nella sezione interattiva e navigabile all’indirizzo www.gruppohera.it/sulletraccedeirifiuti. Il report cartaceo è invece reperibile presso le stazioni ecologiche, gli urp dei Comuni e i principali sportelli clienti del Gruppo. Il miglioramento della percentuale di rifiuti recuperati è legata anche ai buoni progressi della raccolta differenziata che, nella Bassa Romagna, ha una media del 61,8% a fronte del 42% di quella nazionale. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porte aperte alle stazioni ecologiche della Bassa Romagna

RavennaToday è in caricamento