Acquistare casa a Ravenna: consigli sulla scelta dell'immobile, il quartiere e il notaio

Dalla verifica dei documenti alla scelta del quartiere. Occorre anche informarsi sul venditore e sulle eventuali spese condominiali

Se il vostro obiettivo è quello di comprare casa a Ravenna è bene avere chiare alcune informazioni prima di procedere a un acquisto importante e spesso oneroso per le vostre tasche. Comprare casa infatti è un passo importante da compiere, valutando bene l’appartamento prima di procedere con il mutuo. Vediamo quali sono i punti su cui fare più attenzione.

Informarsi sul venditore

Quando si acquista casa può capitare di comprarla tramite agenzia o da un privato. Se nel primo caso è facile controllare l’affidabilità del venditore, nel secondo bisogna fare più attenzione.

E’ importante capire se la persona che abbiamo davanti è il reale proprietario dell’immobile o un procuratore con regolare mandato. In ogni caso è bene informarsi se hanno titolo per vendere casa e se il proprietario è in regime di comunione di beni. Questa evenienza merita un ulteriore approfondimento perchè dobbiamo essere certi che il coniuge sia consenziente alla vendita.

Nel caso di acquisto da parte di un’impresa, dobbiamo accertarci che non sia in fallimento e che quindi non ci siano sequestri sull’immobile.

Verifica dei documenti

Una volta che abbiamo accertato la legittimità del proprietario, è importante capire come è venuto in possesso della casa. Per questo dobbiamo richiedere i documenti che testimoniano l’acquisizione dell’immobile.
Questo è fondamentale perchè in caso di donazione o successione, ogni erede ha tempo dieci anni per contestare la divisione dell’eredità se la ritiene ingiusta.

Altro aspetto importante da controllare è la situazione ipotecaria. Solitamente questo controllo viene effettuato dal notaio. Di solito ci si reca alla Conservatoria dei registri immobiliari in cui è annotato se sulla casa ci sono ipoteche o pignoramenti.

Non meno importante, prima di procedere all’acquisto di un immobile è capire il suo accatastamento. In questo caso bisogna recarsi all’Agenzia del Territorio e richiedere una visura catastale.

Con questo documento si può capire se l’immobile è effettivamente stato costruito su terreno edile, se l’appartamento non è stato ricavato da spazi registrati come cantine, garage o soffitte.
Se si scopre che la casa è stata costruita abusivamente, il venditore deve richiedere un condono o un adeguamento dei dati della proprietà.

Condizioni dell’appartamento e spese in sospeso

Un acquisto così importante di certo non può essere fatto ad occhi chiusi, ma è fondamentale un sopralluogo. Per essere certi che l’appartamento è in buone condizioni, meglio contattare un esperto che controllerà la casa prima dell’acquisto. Il tecnico è in grado di capire se le crepe sono sinonimo di instabilità, se ci sono problemi di muffa, se l’impianto elettrico deve essere sostituito.

Infatti, gli impianti realizzati dopo il 27 marzo 2008 in base alla legge 37/08 devono avere una certificazione di conformità rilasciata dalla ditta che ha fatto l’impianto e l’Attestato di certificazione energetica, in cui si indica la classe energetica in cui rientra l’appartamento. Tutto questo non solo vi assicurerà l’acquisto di un immobile in buone condizioni, ma se sono problemi risolvibili è un ottimo pretesto per rivedere il prezzo d’acquisto.

Anche per quando riguarda le spese condominiali bisogna fare attenzione. Se il proprietario ha un debito con il condominio, nel momento dell’acquisto in automatico verrebbero trasferiti ai nuovi proprietari.

Inoltre, bisogna informarsi se ci sono problemi di stabilità dell’edificio e se sono in programma lavori straordinari. Queste sono tutte eventualità che possono aiutare la compravendita a favore dell’acquirente per abbassare il prezzo dell’immobile.

Valore dell’appartamento

Trovare la casa dei sogni è il desiderio di tutti, questo non vuol dire che nel momento in cui ci troviamo davanti all’appartamento che rispecchia in pieno le nostre esigenze dobbiamo pagarlo più del dovuto. Quindi prima di accettare il compromesso è importante sapere i prezzi medi degli appartamenti nella zona in cui si trova la casa.

Le ricerche su internet per capire il prezzo medio degli appartamenti e quelli che somigliano alla casa che si vuole acquistare sono fondamentali per farsi un’idea. Inoltre, ci sono dei valori che ne fanno aumentare il prezzo, come l’esposizione al sole, il piano e la presenza dell’ascensore, lo stato del palazzo, il riscaldamento e la zona in cui si trova.

Come scegliere il quartiere

La zona della vostra futura casa ha un ruolo importante sulla vostra scelta, così come sul valore dell'acquisto. Insomma comprare casa nel centro storico della città dei mosaici non è come acquistare in uno dei borghi storici della città (come Borgo San Rocco o San Biagio), oppure nella zona della Darsena in continuo sviluppo. Potreste anche scegliere una zona intermedia fra la città e la campagna, oppure spostarvi verso i lidi marittimi.

Prima di andare avanti è meglio informarsi se il vostro nuovo quartiere è servito dai mezzi pubblici, se ci sono problemi con i parcheggi, se ci sono scuole e soprattutto se la zona è sicura o se si ha bisogno di sistemi d’allarme.
E poi ci sono molte altre caratteristiche personali di cui tener conto: la predisposizione a vivere in un quartiere "rumoroso" (per la movida o per il traffico) o più tranquillo, lontano o vicino dal posto di lavoro o dai parenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il notaio

Per acquistare una casa e far registrare l'acquisto sui Pubblici Registri è necessario rivolgersi ad un notaio. L'acquisto della casa, quindi, è vincolato al versamento dell'imposta di registro al 9% (2% in caso di prima casa) o dell'IVA al 10% (4% in caso di prima casa) nel caso si acquisti dal costruttore. Ci sono, poi, costi fissi che sono di circa 500€ mentre l'onorario del notaio è variabile e potrebbe essere di circa l'1% del valore dell'immobile. 
Se vi serve un aiuto per scegliere il notaio potete consultare il sito dell'ordine dei notai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova stretta in vista: a rischio chiusura ristoranti, parrucchieri e palestre

  • Sanità innovativa: in ospedale uno strumento che colpisce le cellule tumorali

  • Il premio 'Cucina dell'anno' a una locanda romagnola: "Siamo orgogliosi"

  • Coronavirus, il nuovo dpcm: piscina e palestre sotto esame. Dalle 21 possibili coprifuoco

  • Si schianta con l'Harley contro il new jersey: motociclista gravissimo

  • Quattro ristoranti ravennati premiati al 'Gran Premio internazionale della ristorazione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento