menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I requisiti e i documenti necessari per fare lo scrutatore

Una guida che spiega l'iter procedurale per diventare scrutatori nel Comune di Ravenna: come va presentata la domanda e chi è escluso?

Per tante persone ogni nuova tornata elettorale diventa anche l'occasione per mettersi alla prova, offrire un servizio alla comunità e guadagnare qualche euro. Come? Diventando scrutatore.

Lo scrutatore infatti è una delle persone che compogono l'ufficio che si insedia presso ogni sezione elettorale in occasione delle consultazioni elettorali o referendarie previste dall'ordinamento italiano. Vediamo qual è l'iter per diventare scrutatore.

Requisiti per diventare scrutatore

Il soggetto che presenta domanda per diventare scrutatore nel Comune di Ravenna deve:

  • essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di Ravenna.
  • avere assolto gli obblighi scolastici.

Inoltre sono esclusi dalle liste:

  • i dipendenti dei Ministeri dell'Interno, delle Poste eTelecomunicazioni e dei Trasporti;
  • gli appartenenti a Forze armate in servizio;
  • i medici provinciali, gli ufficiali sanitari ed i medici condotti;
  • i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli Uffici elettorali comunali;
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.

Come attivare la Pec?

Modalità di presentazione della domanda

La domanda per fare lo scrutatore va presentata in carta semplice su modulo prestampato indirizzata al Sindaco da presentare all'Ufficio Elettorale entro il mese di novembre di ogni anno. Il procedimento si conclude solitamente entro il 15 gennaio di ogni anno.

Cambio di residenza: cosa bisogn fare?

Quanto si guadagna

Il compenso per l’attività di scrutatore varia a seconda dell’importanza del seggio, della tipologia di elezione per cui si lavora e del numero di consultazioni (ossia del numero di schede da controllare). Chi è scelto come vicepresidente non ha diritto a un compenso maggiorato.

  • Per i referendum si percepisce nei seggi ordinari 104 euro più 22 euro per ogni consultazione contemporanea mentre per i seggi speciali la somma cala a 53 euro.
  • Per le elezioni politiche si percepisce nei seggi ordinari 125 euro più 25 euro per ogni consultazione contemporanea mentre per i seggi speciali la somma cala a 61 euro.
  • Per le elezioni europee si percepisce nei seggi ordinari 96 euro mentre per i seggi speciali la somma cala a 49 euro.

Tutti i compensi derivati da questa attività non costituiscono reddito e non vanno quindi inseriti nella dichiarazione dei redditi.
Se lo scrutatore è un lavoratore dipendente ha infine diritto ad un giorno di riposo retribuito per la domenica in cui si tengono le elezioni. E a 1 o 2 giorni di permesso retribuito (eventualmente) per sabato e lunedì se in quei giorni si svolge rispettivamente l’attività di allestimento del seggio e dello scrutinio.

Rinnovo patente di guida

Ufficio elettorale del Comune di Ravenna

La funzione dell'ufficio elettorale è di provvedere alla tenuta e all'aggiornamento degli elenchi degli elettori del Comune di Ravenna, di rilasciare ai cittadini elettori le tessere elettorali necessarie per l'esercizio del diritto di voto, di assicurare l'aggiornamento degli albi dei presidenti e degli scrutatori di seggio elettorale.
L'Ufficio elettorale si trova in Viale Berlinguer, 54, al secondo piano.
Telefono: 0544 482283 
Fax 0544 482543
e-mail elettorale@comune.ra.it
Posta elettronica certificata: elettorale.comune.ravenna@legalmail.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento