Visite agevolate e gratuite ai monumenti ravennati per giovani e studenti

Otto monumenti dichiarati patrimonio dell'Umanità dalla'Unesco, musei unici e basiliche mozzafiato. Ecco tutti gli sconti per gli studenti che vogliono visitare le meraviglie di Ravenna

La città di Ravenna è ricca di splendidi musei e monumenti da visitare e per giovani e studenti esistono varie agevolazioni per poter ammirare questi luoghi della cultura a prezzo ridotto. Basiliche paleocristiane, mosaici, scavi archeologiche e antiche biblioteche: tutto questo fa parte del patrimonio artistico e culturale della città bizantina.

Di seguito trovate una lista di monumenti e musei con i relativi sconti per studenti e giovani.

Biglietto unico: San Vitale, Galla Placidia e Sant’Apollinare Nuovo

Esiste un biglietto unico per poter visitare la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, il Museo Arcivescovile e il Battistero Neoniano. Cinque visite per cinque luoghi del Patrimonio Unesco della città.

Per gli studenti è possibile usufruire della tariffa ridotta (9,50 euro) che permette di visitare tutti e cinque i monumenti. Ulteriori informazioni su RavennaMosaici.

Museo nazionale di Ravenna

Situato nel complesso monumentale di San Vitale, il Museo Nazionale di Ravenna raccoglie importanti reperti archeologici, tra cui stele sepolcrali ed epigrafi romane, e collezioni di arti minori.

La tariffa agevolata (2 euro) è valida per ragazzi tra i 18 e i 25 anni.

Mar - Museo d'Arte della Città di Ravenna

Il MAR - Museo d'Arte della Città di Ravenna si trova all'interno del complesso monumentale della Loggetta Lombardesca, il monastero cinquecentesco dell'adiacente Abbazia di Santa Maria in Porto. Oltre ad essere sede di numerose e importanti mostre d'arte temporanee, ospita tre collezioni permanenti all'interno dei suoi spazi architettonici e della sua Pinacoteca.

L'ingresso alla collezione permanente del piano terra è a ingresso libero. Esistono degli sconti per visitare le altre esposizioni e in particolare un ingresso scontato di 3 euro per i possessori di Cartagiovani euro 30 RA, Carta EYCA e Gio Card Faenza.

Basilica di Sant'Apollinare in Classe

La Basilica di Sant'Apollinare in Classe si erge grandiosa e solenne a circa 8 km dal centro di Ravenna. Fu edificata da Giuliano Argentario su ordine dell'arcivescovo Ursicino durante la prima metà del VI sec. su una precedente area cimiteriale in uso tra la fine del II e l'inizio III secolo, dove sembra abbia trovato sepoltura lo stesso protovescovo Apollinare. La chiesa è stata definita il più grande esempio di basilica paleocristiana. Nonostante le spoliazioni subite nel corso dei secoli, la chiesa tutt'oggi preserva la bellezza della struttura originaria ed è ammirata per gli splendidi mosaici policromi del suo catino absidale e gli antichi sarcofagi marmorei degli arcivescovi collocati lungo le navate laterali.

Sono previsti ingressi agevolati (2 euro) per i cittadini europei tra i 18 e i 25 anni e l'ingresso gratuito per tutti i cittadini di età inferiore a 18 anni. Inoltre l'ingresso gratuito è rivolto agli allievi dei corsi di alta formazione delle Scuole del Ministero, ai docenti ed agli studenti iscritti alle accademie di belle arti o a corrispondenti istituti dell'Unione Europea, mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso.

Mausoleo di Teodorico

Fatto costruire dallo stesso Teodorico nel 520 d.C. come propria sepoltura, il Mausoleo, interamente realizzato in blocchi di pietra d'Istria, si articola in due ordini sovrapposti, entrambi decagonali. E' uno dei monumenti ravennati iscritti nella Lista del Patrimonio dell'Umanità dell'unesco.

Tariffa agevolata (2 euro) per ragazzi tra i 18 e i 25 anni.

Battistero degli Ariani

Il Battistero degli Ariani è uno dei monumenti Unesco di Ravenna. Un'edificio interrato per circa 2,3 metri, con forma ottagonale e presenta quattro piccole absidi all'esterno. Al suo interno si può ammirare la cupola rivestita di mosaici raffiguranti il corteo dei dodici apostoli e, nel clipeo centrale, il battesimo di Cristo, uomo giovane e nudo, immerso nell'acqua fino ai fianchi.

Ingresso gratuito per tutti i cittadini di età inferiore a 18 anni e ogni prima domenica del mese. Inoltre l'ingresso gratuito è rivolto agli allievi dei corsi di alta formazione delle Scuole del Ministero, ai docenti ed agli studenti iscritti alle accademie di belle arti o a corrispondenti istituti dell'Unione Europea, mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso.

Domus dei Tappeti di Pietra

La Domus dei Tappeti di Pietra è uno dei più importanti siti archeologici italiani scoperti negli ultimi decenni. I "tappeti di pietra" dopo il loro restauro sono stati ricollocati nel luogo dove sono stati scoperti, in un ambiente sotterraneo appositamente realizzato al quale si accede dalla chiesa di Sant'Eufemia.

Al Museo Tamo gli studenti hanno diritto all'ingresso ridotto (3 euro).

Museo Tamo

Il Complesso di San Nicolò ospita il Museo Tamo - Tutta l'Avventura del Mosaico, uno spazio interamente dedicato all'arte musiva, che ogni anno rinnova e amplia le proprie collezioni. Il suggestivo percorso museale ci guida tra i reperti eccellenti (molti dei quali inediti) del patrimonio musivo di Ravenna e del suo territorio dall'età antica fino a giungere, attraverso il periodo tardoantico e medievale, alle produzioni di artisti moderni e contemporanei e a saggi di mosaico industriale.

Al Museo Tamo gli studenti hanno diritto all'ingresso ridotto (3 euro).

Museo Dantesco

Il Museo Dantesco si trova all'interno del Centro Dantesco dei Frati Minori, nella suggestiva cornice degli Antichi Chiostri Francescani a pochi passi dalla Tomba di Dante Alighieri. Attraverso diversi percorsi tematici, l'esposizione mira a valorizzare il ruolo che la città di Ravenna ebbe negli anni di esilio del poeta.

Il biglietto ridotto (2 euro) è valido per gli studenti, mentre l'ingresso è gratuito per bambini e ragazzi minori di 14 anni.

Cripta Rasponi e Giardini Pensili del Palazzo della Provincia

Il Palazzo della Provincia di Ravenna, realizzato tra il 1925 e il 1928, sorge sull'antico Palazzo Rasponi, databile al XVII secolo, usato come dimora patrizia fino al 1886, anno in cui fu trasformato in albergo; distrutto da un incendio nel 1922, fu ricostruito nel 1926. Dell'antico palazzo rimangono la Cripta e il passaggio Pensile su Via Santi, inseriti all'interno di elementi architettonici appartenenti a epoche diverse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli studenti hanno diritto all'ingresso ridotto (1 euro).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, due positivi a scuola: quarantena per alunni e docenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento