Bambini in auto: cosa dice il Codice della Strada

Tutto quel che c'è da sapere sulle regole per portare i bambini a bordo dell'automobile

Quando si viaggia in auto è sempre bene avere massima cura delle norme di sicurezza, ancor più quando a bordo si trasportano dei bambini. Una delle prime regole del Codice della Strada in proposito prevede infatti l'utilizzo di seggiolini per bambini in auto (art. 172), così come l’utilizzo delle cinture di sicurezza da parte di tutti gli occupanti di un veicolo. Secondo questa norma tutti i bambini di statura inferiore a 1,50 m devono essere assicurati al sedile con sistemi di ritenuta per bambini che siano:

  • adeguati al loro peso
  • di tipo omologato.

Seggiolini auto

Il regolamento UNECE 44 e successive revisioni fa riferimento al peso del bambino, e chi acquista seggiolini omologati ai sensi di questo regolamento, dovrà basare la scelta in base al peso del bambino, secondo la seguente classificazione in gruppi:

  • Gruppo 0 (fino a 10 kg, dalla nascita ai 12 mesi circa)
  • Gruppo 0+ (fino a 13 kg, dalla nascita ai 18 mesi circa). Normalmente vanno posizionati sul sedile posteriore in senso contrario a quello di marcia. Se posizionati sul sedile anteriore deve essere disattivato l’airbag
  • Gruppo 1 (9-18 kg, dai 9 mesi ai 4 anni circa)
  • Gruppo 2 (15-25 kg, da 3 a 6 anni circa)
  • Gruppo 3 (22-36 kg, da 5 a 12 anni circa)

I seggiolini omologati i-Size, fanno riferimento al R129/1 e prevedono l’installazione di tipo ISOFIX, un sistema di fissaggio internazionale e standardizzato al sedile dell’auto senza l’utilizzo della cintura di sicurezza, che però presuppone una specifica predisposizione dell’automobile.

Multe: come e dove pagarle a Ravenna

Dispositivi antiabbandono

La legge 1 ottobre 2018 ha introdotto l’obbligo, per chi trasporta bambini di età inferiore a quattro anni, di utilizzare appositi dispositivi antiabbandono su tutti i seggiolini che vengono installati sugli autoveicoli e sugli autocarri di qualsiasi massa. Le caratteristiche di tali dispositivi, che sono finalizzati a ridurre i rischi di abbandono involontario di bambini sui veicoli, devono essere determinati con apposito decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Bonaccini: "Emilia-Romagna zona gialla da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Vivere in montagna, l'opportunità diventa realtà per 341 giovani coppie e famiglie

Torna su
RavennaToday è in caricamento