rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Meteo

Caldo senza tregua, è allerta "Rossa". E di notte le temperature saranno tropicali

Le nuove procedure di allertamento inaugurate il 2 maggio scorso fanno riferimento all’Indice di Thom, che misura il “disagio bioclimatico” nelle condizioni di caldo umido

Prima allerta "Rossa" del 2017 per "temperature estreme" e grave disagio bioclimatico, valida per tutta la giornata di giovedì, a causa della permanenza dell’anticiclone africano, che spinge aria calda da sud-ovest, e che da giorni interessa l’Emilia-Romagna. L’allerta, che riguarda il territorio della Bassa Romagna, è stata diffusa dall’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, sulla base dei dati previsionali del Centro funzionale Arpae dell'Emilia Romagna. Il documento di Allerta indica una tendenza stazionaria nelle successive 48 ore. Il resto del territorio è interessato invece da un'allerta "Arancione".

Avvertita soprattutto nei centri urbani, l’ondata di calore può comportare gravi pericoli per le categorie a rischio. A far “scattare” l’indice di pericolosità del fenomeno, è la permanenza per il terzo giorno consecutivo di condizioni di scarsa ventilazione, forte umidità (in crescita al pomeriggio e in serata), con temperature minime che restano sopra i 25 gradi; ciò può provocare l’assenza di recupero notturno, il prolungarsi di condizioni di disagio e di stress per l’organismo. Le nuove procedure di allertamento inaugurate il 2 maggio scorso fanno riferimento all’Indice di Thom, che misura il “disagio bioclimatico” nelle condizioni di caldo umido. L’Agenzia per la sicurezza territoriale e la Protezione civile, in stretto raccordo con Arpae Emilia Romagna, seguirà l’evoluzione dei fenomeni; si consiglia di consultare l’Allerta e gli scenari di riferimento sulla piattaforma web https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it.

La situazione a Ravenna

“Con le nostre strutture di Protezione civile – dichiara il sindaco Michele de Pascale - stiamo tenendo costantemente monitorata la situazione. Nel frattempo raccomando fortemente a tutti di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione fra le quali, in questo caso: non uscire nelle ore più calde, dalle 12 alle 18, soprattutto per anziani, bambini molto piccoli, persone non autosufficienti o convalescenti; in casa, proteggersi dal calore del sole con tende o persiane e mantenere il climatizzatore a 25-27 gradi,  in caso si usi un ventilatore non indirizzarlo direttamente sul corpo; bere e mangiare molta frutta ed evitare bevande alcoliche e caffeina, in generale è opportuno consumare pasti leggeri; indossare abiti e cappelli leggeri e di colore chiaro all'aperto evitando le fibre sintetiche. Se in casa c’è una persona malata, fate attenzione che non sia troppo coperta”.

Gli uffici del Comune di Ravenna si sono attivati per seguire le procedure previste dal Piano Comunale di Protezione Civile in caso di allerta arancione, come quella prevista per le prossime ore. Sono diverse le strutture pubbliche utilizzabili in caso di necessità per trovare refrigerio (QUI L'ELENCO). All’interno di tali strutture, e negli orari indicati, la cittadinanza troverà i rappresentanti delle associazioni di volontariato di Protezione civile che coglieranno l’occasione per spiegare alla cittadinanza, per quanto di competenza, le attività relative alla Protezione civile. Si mantengono i contatti con Ausl e Servizi sociali per l’assistenza alla popolazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo senza tregua, è allerta "Rossa". E di notte le temperature saranno tropicali

RavennaToday è in caricamento